Virgilio Sport

Pagelle di Inter-Fiorentina 0-1: Bonaventura letale, Lukaku spreca tutto, disastro Correa

Top e flop della partita Inter-Fiorentina 0-1, valevole per la 28esima giornata della serie A 2022-2023: Bonaventura stende l'Inter, Lukaku spreca troppo e Correa non si vede mai

01-04-2023 20:04

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Giornalista con una passione sfrenata per gli Sport Usa, di cui è esperto conoscitore. Ma su Virgilio Sport è un osservatore del pallone nostrano e delle sue baruffe quotidiane. Appassionato di musica, ha sviluppato orecchio anche per borbottii degli spogliatoi, mugugni dei tifosi e voci di mercato

Ancora una sconfitta per l’Inter che cede in casa contro la Fiorentina. I ragazzi di Simone Inzaghi giocano e costruiscono ma soprattutto nel primo tempo sprecano tantissime occasioni da gol soprattutto con Lukaku. Nella ripresa arriva il gol di Bonaventura che condanna i nerazzurri ad una sconfitta che fa molto male per la qualificazione alla prossima Champions League.

Inter-Fiorentina: il commento della partita

La prima grande occasione della serata capita alla Fiorentina con Onana che respinge una conclusione velenosa di Castrovilli. La risposta dell’Inter sull’ispirato colpo di tacco di Lukaku con Dumfries che però sbaglia il servizio decisivo per i compagni. A provare a spezzare l’equilibrio ci pensa il Coast to Coast di Mkhitaryan che ruba palla a metà campo, mette a sedere due giocatori della Fiorentina ma si fa respingere la conclusione da Terracciano con Lukaku che invoca il passaggio. I nerazzurri insistono e sull’asse Dumfries-Lukaku arriva l’ennesima occasione con il belga che però impiega troppo tempo e finire per farsi respingere la conclusione. Primo tempo spettacolare ma zero reti.

La ripresa comincia sugli stessi ritmi con Gosens prima e Castrovilli sul versante opposto che vanno vicini al vantaggio. La palla migliore capita a Lukaku che a 1 metro dalla porta non riesce a deviare in rete. Al 53’ la gara si sblocca: colpo di testa di Cabral su calcio d’angolo, grande respinta di Onana che nulla può sulla respinta di Bonaventura. La risposta dell’Inter non si fa attendere ma ancora una volta è questione di centimetri con Barella che colpisce il palo. La Fiorentina però ci prova ancora con Ikonè che spreca con il mancino. La palla buona, l’ennesima, stavolta capita a Bellanova che colpisce a botta sicura ma trova la respinta di Dodo sulla linea di porta.

La diretta, le emozioni e gli highlights

Le pagelle dell’Inter

  • Onana 6: nel primo tempo con un grande intervento salva i suoi, incolpevole in occasione del gol del vantaggio di Bonaventura.
  • Darmian 6: è l’uomo ovunque di Simone Inzaghi, dalla fascia ai tre di difesa il suo rendimento resta sempre di ottimo livello.
  • Acerbi 6: altra prova di grande solidità in mezzo alla difesa, ingaggia una battaglia con Cabral anche se in fase di costruzione non sempre è perfetto.
  • Bastoni 5.5: non era nelle migliori condizioni e nella testa frullano anche le voci di mercato. Non è esente da colpe in occasione del gol di Bonaventura. Dal 62′ De Vrij 6: poco impegnato
  • Dumfries 6.5: gioca una gara in cui riesce a mettere in mostra tutta la sua fisicità, fa partire cross interessanti per i compagni ma sbaglia anche qualche rifinitura.
  • Barella 6.5: altra ottima partita la sua, nel secondo tempo colpisce un palo clamoroso segno di un momento anche di sfortuna.
  • Brozovic 5.5: la migliore condizione è ancora lontana per il croato che fa vedere dei lampi del miglior Brozovic ma gli manca la continuità nei 90 minuti. Dal 76′ Dzeko 6: prova subito a cambiare le cose ma senza successo.
  • Mkhitaryan 6: nel primo tempo ha un paio di occasioni per portare i suoi in vantaggio ma negli ultimi 16 metri non è lucido. Dal 78’ Asslani sv
  • Gosens 5.5: sta provando a prendersi l’Inter ma l’operazione non gli riesce. Dalla sua parte i nerazzurri non riescono a sfondare. Dal 63′ Bellanova 6.5: entra e dà subito una scossa alla fascia sinistra.
  • Lukaku 5.5: la forma fisica sembra tornata, il feeling con la porta almeno in maglia Inter invece manca ancora. Troppe occasioni sprecate.
  • Correa 5: Inzaghi gli dà ancora una chance, l’ennesima della sua esperienza in nerazzurro ma ancora una volta arriva una prova opaca. Dal 63′ Lautaro Martinez 5.5: non riesce ad avere impatto sul match.
  • Inzaghi (all.) 6: questa volta c’è davvero poco da rimproverargli, la sua Inter gioca un’ottima partita soprattutto nel primo tempo ma spreca troppo.

Le pagelle della Fiorentina

  • Terracciano 6.5: nel primo tempo salva la sua porta con un paio di interventi decisivi. Sembra sempre molto attento ogni volta che viene chiamato in causa.
  • Dodo 6.5: partita molto positiva la sua, trova sempre la posizione giusta per fermare le avanzate avversarie e le migliori azioni nerazzurre nascono dalla parte opposta.
  • Martinez Quarta 6: sbroglia un paio di situazioni complicate, lo schieramento non lo aiuta mettendolo spesso a fronteggiare 1 contro 1 Lukaku. Esce per un piccolo problema fisico. Dal 46′ Milenkovic 6: entra subito bene nella partita.
  • Igor 5: in grandissima difficoltà contro gli attaccanti dell’Inter, Correa lo porta lontano dalla porta dove sembra poco a suo agio.
  • Biraghi 5.5: sulla sua fascia nascono le migliori occasioni dell’Inter con Dumfries che lo pizzica spesso fuori posizione.
  • Bonaventura 6,5: nel primo tempo fa l’attaccante aggiunto provando a riempiere l’area avversaria, ma non riesce a trovare la zampata giusta. Nella ripresa trova il gol da attaccante vero.
  • Mandragora 6: ha il compito di organizzare la fase di possesso della squadra di Italiano ma si gioca a velocità folli e spesso finisce per perdersi nel vortice. Dal 76′ Barak sv
  • Ikoné 6: si muove su tutto il fronte d’attacco mettendo energia e vitalità al servizio della squadra, manca però negli ultimi metri dove a volte è impreciso. Dal 76′ Ranieri sv
  • Castrovilli 6.5: partita da centrocampista totale quella di Castrovilli che sembra avere il dono dell’ubiquità; sempre attento e anche pericoloso in fase offensiva. Dal 66′ Amrabat 6: entra a dare un po’ di solidità nel finale di gara.
  • Saponara 5.5: parte subito benissimo provando a farsi vedere tra le linee ma con il passare dei minuti sembra soffrire i ritmi troppo alti. Dal 66’ Sottil 6: buon impatto sul match.
  • Cabral 6: la definizione dell’attaccante che fa reparto da solo, combatte contro Acerbi per tutta la partita riuscendo sempre a farsi valere. Decisivo in occasione del gol di Bonaventura.
  • Italiano (all.): la sua Fiorentina ha una filosofia di gioco ben precisa e la mette in campo anche a San Siro, a volte l’atteggiamento è anche troppo spregiudicato ma fa bene a non snaturarsi mai.

La pagella dell’arbitro

Fabio Maresca: non è una gara semplice visti i continui capovolgimenti di fronte e i ritmi altissimi. Nel primo tempo tiene sotto controllo il match con grande autorità. Nella ripresa decide di far correre sul contatto tra Igor e Lautaro Martinez. Voto 6.

Il nostro super TOP

Jack Bonaventura: il vizietto per i gol pesanti lo ha sempre avuto e anche in maglia viola non si smentisce. Da ex milanista però trovare il gol della vittoria con l’Inter deve essere una gioia doppia.

Il nostro super FLOP

Joaquin Correa: Simone Inzaghi gli dà l’ennesima occasione per cambiare la sua narrativa in maglia nerazzurra. Ancora una volta però il Tucu non riesce a incidere, difficile sostenere che abbia giocato male ma da un giocatore pagato 31 milioni di euro ci si aspetta decisamente di più.

Tutti i prossimi impegni dell’Inter in stagione

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...