Virgilio Sport

Perché Soulé è stato convocato dall'Argentina: i motivi della scelta di Scaloni

Il giovane attaccante argentino è di proprietà della Juventus, ma fino ad oggi ha giocato soltanto con la selezione Under 23 bianconera.

Pubblicato:

Perché Soulé è stato convocato dall'Argentina: i motivi della scelta di Scaloni

La convocazione di Matias Soulé nella nazionale argentina ha stupito tutti, e non solo in Italia. Il giovane attaccante argentino è di proprietà della Juventus, ma fino ad oggi ha giocato soltanto con la selezione Under 23 bianconera, senza disputare nemmeno un minuto con la prima squadra allenata da Allegri, ad eccezione delle amichevoli pre-campionato.

L’enorme sorpresa iniziale ha lasciato subito spazio ai dubbi e alle domande: ma perché Scaloni ha convocato Soulé?

Il ct argentino ha fatto una scelta importante, decidendo di puntare su parecchi giovani per le sfide di qualificazione ai Mondiali contro Brasile e Uruguay. Oltre a Soulé, hanno ricevuto la prima chiamata in nazionale anche Thiago Almada, Santiago Simón, Enzo Fernández, Exequiel Zeballos, Cristian Medina, Gastón Ávila e Federico Gómez Gerth, tutti però militanti nel campionato argentino. 

Alcuni erano già in odore di convocazione, come Almada del Velez e Fernandez del River, mentre per gli altri la telefonata di Scaloni è stata totalmente inaspettata. C’è da dire che Soulè, prima di approdare alla Juventus, si era fatto notare nelle giovanili del Velez e infatti Sebastian Pait, direttore della cantera del club argentino, non si è stupito più di tanto per la sua convocazione.

“Soulè ha già giocato con le selezioni giovanili argentini e tutti gli allenatori della federazione, in particolare Scaloni, lo hanno sempre seguito con massima attenzione. La sua convocazione non mi sorprende“.

La vicenda di Soulé ha ricordato a molti quella di Zaniolo, convocato da Mancini in Nazionale senza aver mai giocato un minuto in Serie A. L’intento del ct azzurro era quello di formarlo, abituarlo a vivere sin da subito lo spogliatoio, la quotidianità, gli allenamenti e prepararlo per il futuro, così da ritrovarsi un giocatore già pronto mentalmente al salto in nazionale.

Scaloni sta facendo lo stesso con Soulè e gli altri giovani argentini. Perchè ad eccezione di Almada ed Enzo Fernandez, che hanno entrambi chance di scendere in campo nelle prossime gare di qualificazione, tutti gli altri sono stati convocati come ‘sparring’ per gli allenamenti, le partitelle e le esercitazioni con la squadra. Per loro le possibilità di giocare sono poche, ma tutti vivranno il loro primo approccio con il gruppo e inizieranno il loro percorso di ambientamento.

Chi ha visto giocare Soulè sa per certo che è un grande talento ed è chiaro come Scaloni è intenzionato a puntare su di lui per il futuro. Per adesso avrà soltanto il privilegio di allenarsi con grandi campioni, come succede già alla Juventus, ma l’obiettivo un giorno è quello di scendere in campo al loro fianco o magari prenderne anche il posto. 

E per Soulè c’è un’altra grande novità in vista: a gennaio potrà infatti essere inserito nella lista B della Juventus per la Champions ed essere eventualmente a disposizione per gli ottavi. Un altro importante tassello per la sua crescita. 

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...