Virgilio Sport

Pistocchi al veleno, che bordate sul Milan

Il giornalista commenta il derby e non risparmia critiche ai rossoneri

10-02-2020 09:03

Pistocchi al veleno, che bordate sul Milan Fonte: 123RF

Nei commenti post-derby opinionisti, commentatori e tifosi si sono sperticati nelle lodi al carattere dell’Inter, capace di ribaltare una gara nel giro di pochi minuti e raggiungere una vittoria fondamentale per la corsa scudetto. Naturalmente, però, c’è anche chi mette nel mirino il Milan, incapace di difendere una posizione di enorme vantaggio a metà della partita. 

Pistocchi attacca

Tra i più duri nei confronti dei rossoneri c’è Maurizio Pistocchi, che, più che con i giocatori in campo, se la prende con Stefano Pioli e la dirigenza milanista. “Inter-Milan 4-2. Con un grande secondo tempo l’Inter ribalta il Derby che il Milan aveva dominato nel primo segnando 2 gol (RebicIbra). Brozovic, al volo, e Vecino fanno 2-2, De Vrij di testa e Lukaku chiudono i conti. L’Inter aggancia la Juve al 1° posto”. 

Questo il tweet del giornalista, ma nei commenti che arriva la stoccata al Milan. Un follower, Giuseppe, attacca Pioli e i dirigenti: “Maurizio al Milan serve un allenatore vero e dei giocatori veri. Non le soluzioni improvvisate”. E Pistocchi immediatamente ribatte: “Credo di essere stato l’unico che l’ha detto”. 

Una frecciata piuttosto palese a Pioli, allenatore già in passato criticato dal giornalista ex Mediaset. La critica coglie nel segno, sono tanti i milanisti a pensarla come Pistocchi. “Un Milan senza idee – il commento di Ry81 – con il solo Ibra è riuscito a portarsi avanti di 2 reti (non poco). Mi chiedo come abbia organizzato Pioli la squadra nel secondo tempo,scesa in campo in modo davvero pessimo, a mano di Conte si è vista nel secondo tempo con grande intensità nella manovra…”. 

La mossa decisiva

Più che le parole di Conte, per Pistocchi in casa Inter ha contato molto il differente posizionamento di un nerazzurro nella ripresa. “Brozovic nel primo tempo era troppo alto – scrive Pistocchi rispondendo a chi gli chiedeva una lettura tattica del secondo tempo – : rimaneva tagliato fuori dalle linee di passaggio del Milan e lasciava spazio davanti alla difesa in zona centrale”.

All’Inter è bastato spostare il croato, dunque, per prendere in mano l’inerzia della gara e fare suo il derby.    

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...