Virgilio Sport

Plastino: Che brutta l’esultanza di Piatek

Il direttore di Radio Sportiva condanna il gesto con la pistola del polacco

Pubblicato:

Plastino: Che brutta l’esultanza di Piatek Fonte: Ansa

La corsa sotto la panchina o la curva, le braccia incrociate al petto e quel gesto che mima la pistola che spara: l’esultanza di Piatek hanno imparato a conoscerla tutti. Prima al Genoa e ora al Milan dove il polacco si è presentato come un cecchino implacabile ma proprio quel paragone bellico non piace a Michele Plastino. Il direttore di Radio Sportiva bacchetta il bomber rossonero e dice: “Non mi piace l’esultanza di Piatek perché non è la mitragliata gioiosa di Batistuta. Usare la pistola in quel modo, anche in maniera un po’ strafottente, a livello culturale, di questi tempi, non mi piace, mi dà una sensazione brutta”. Rimanendo in tema Milan, Plastino si sofferma anche su Calhanoglu: “A volte le dinamiche dei rapporti tra giocatore e allenatore sono misteriose. Gattuso difende i suoi a prescindere, lo vedo come un allenatore davvero chioccia dei suoi ragazzi e questo mi piace”. In relazione alla gara con la Roma, Plastino ha aggiunto: ” Avrei voluto che il rigore su Suso venisse rivisto al monitor, mentre questa cosa che l’arbitro decide per conto suo nuoce alla credibilità. Non sono comunque sicuro che fosse rigore. L’espulsione di Pellegrini doveva esserci, anche se avrebbe cambiato poco”.
FASCIA CHE SCOTTA – Capitolo Inter, il giornalista si sofferma su Icardi: “Perchè non parla mai? Non si può chiedere a dei giocatori quello che non è nelle loro corde. È raro vederlo in conferenza stampa, ha un carattere un po’ così, pensa al campo, i suoi affari li cura la moglie. Il problema è se realmente lui sia un capitano. Spalletti invece cerca sempre il nemico, frontalmente se la prende con qualcuno. Adesso è in una situazione delicata, la sensazione che ci sia qualcosa che non vada nella stabilità psicologica della squadra è chiarissima”.
INGORDIGIA – Infine una riflessione sulla Juve: ” Se un tifoso juventino si lamenta delle possibilità su calcio di punizione è ingordo, perché prima o poi arriverà un gol. Magari è opportuno che Cristiano Ronaldo ne lasci qualcuno a Dybala o Pjanic, ma una punizione non è un rigore”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...