Virgilio Sport

Qatar 2022, Inghilterra-Senegal: Southgate chiamato a vincere

L'Inghilterra può solo vincere. Dopo la delusione di Euro 2020, a Qatar 2022 non saranno ammessi passi falsi. Contro il Senegal, Southgate deve passare il turno per non incorrere in un enorme fallimento.

Pubblicato:

Nella serata di domani, domenica 4 dicembre, l’Inghilterra scenderà in campo contro il Senegal per gli ottavi di finale della fase a gironi della Coppa del Mondo in Qatar.

I Tre Leoni puntano ad andare molto avanti in questo torneo, anche per scrollarsi di dosso l’onta della sconfitta in finale contro l’Italia a Euro 2020. Il Senegal invece, Campione d’Africa in carica, vuole tenere alto l’onore del Continente con una grande prestazione.

Inghilterra e Senegal, come sono arrivate agli ottavi

I Tre Leoni sono una delle uniche tre nazionali ad essersi qualificate agli ottavi con 7 punti nel gironi (assieme a Olanda e Marocco). La nazionale di Southgate è arrivata davanti a USA con 5, Iran con 3 e Galles con 1.

Mai battuti nelle prime tre partite, gli inglesi hanno pareggiato contro gli Stati Uniti (0-0) e hanno vinto contro Iran (6-2) e Galles (3-0).

Il Senegal invece è arrivato secondo a 6 punti nel Gruppo A dietro all’Olanda con 7 punti, e davanti a Ecuador con 4 e al Qatar con 0 punti.

Ottimo girone quello del Senegal, battuto solamente dall’Olanda 2-0 e vittorioso contro il Qatar per 3-1 e contro l’Ecuador per 2-1.

Le statistiche della partita

Questa sarà la prima sfida tra Inghilterra e Senegal. Sarà la 13° volta che la prima partita dell’Inghilterra contro una nuova nazionale arriva ai Mondiali; i Tre Leoni hanno perso solo uno dei precedenti 12 casi simili (7 vittorie e 4 pareggi), sconfitta per 0-1 contro gli USA nel 1950.

La statistica bin questo caso gioca a favore dell’Inghilterra, che non ha mai perso in sette precedenti del Mondiale contro squadre africane (4 vittorie e 3 pareggi). L’unica precedente partita di questo tipo nella fase a eliminazione diretta è stata contro il Camerun nei quarti di finale del 1990, quando vinse 3-2 dopo i tempi supplementari, con gol di David Platt e due rigori di Gary Lineker.

Parlando del Senegal invece, ha alternato una vittoria (3) a una non vittoria (1 pareggio e 2 vittorie) nei sei incontri della Coppa del Mondo contro avversarie europee, perdendo 2-0 contro l’Olanda nell’ultima partita (1° gioranta di questo torneo).

Anche qua la statistica sorride più ai Tre Leoni che ai senegalesi. Le Nazionali africane hanno infatti perso otto delle nove partite nella fase a eliminazione diretta della Coppa del Mondo contro squadre europee, con l’unica eccezione un 2-1 del Senegal sulla Svezia agli ottavi di finale nel 2002. Tuttavia, in tutte le competizioni, l’Inghilterra non ha mai perso contro un’africana nella sua storia (14 vittorie, 6 pareggi).

Southgate sul Senegal: “Squadra con buonissime individualità”

Nella conferenza stampa della vigilia, il CT inglese Southgate ha elogiato la forza e il talento del Senegal, paragonando la nazionale a quella degli Stati Uniti:

“Sono ben organizzati e hanno buonissime individualità. E poi hanno un atletismo simile a quello degli Usa. Il Senegal gioca con grande sicurezza, noi dovremo farci trovare molto concentrati. Finora siamo soddisfatti di quello che abbiamo fatto, ma ora, nella fase ad eliminazione diretta, le cose cominciano a farsi molto più serie”.

Inoltre, il tecnico inglese ha anche rivelato un aspetto sul quale la sua squadra si sta concentrando:

“Da un po’ ci stiamo allenando sui rigori. E’ giusto trovare un equilibro: non dobbiamo renderla una situazione più drammatica di quella che dovrebbe essere, ma allo stesso tempo dobbiamo essere sicuri di farci trovare preparati”.

Cissé indisposto, parla il vice: “Domani il CT sarà in panchina”

Aliou Cissé non si è sentito bene a causa di un problema fisico che gli ha impedito di dirigere l’allenamento di ieri. A parlare alla vigilia della sfida ci ha pensato l’assistente Regis Bogaert, che ha iniziato subito mettendo in chiaro le cose:

“Aliou Cissé ha un po’ di febbre ma è sicuro e certo che domani sarà in panchina a guidare la squadra. Kouyaté è ancora in fase di recupero. Sabaly e Nampaly sono disponibili”.

Il Senegal è una nazionale che arriva in Qatar con grande entusiasmo e con un obiettivo non certo facile:

“È importante vedere il Camerun battere il Brasile, la Tunisia battere la Francia…E da parte nostra, il messaggio è dire che il Senegal batterà l’Inghilterra. Dobbiamo avere l’ambizione di poter battere tutti. Abbiamo lavorato molto sull’evoluzione dello scenario di una partita, sappiamo benissimo che negli ultimi 15 minuti alcune squadre rischiano, ma l’importante resta la concentrazione”.

Inghilterra-Senegal: le probabili formazioni

Southgate non dovrebbe rinunciare a Foden, assieme a Saka e a Rashford sulla mediana. Bellingham in mezzo con Rice, nessuno meglio di Maguire dietro.

Il Senegal schiera Sarr prima punta assieme a Dia e a Ndiaye. Koulibaly in mezzo alla difesa, Mendy in porta.

Inghilterra (4-2-3-1): Pickford; Walker, Stones, Maguire, Shaw; Rice, Bellingham; Rashford, Foden, Saka; Kane. Allenatore: Gareth Southgate; Indisponibili: White

Senegal (4-3-3): E. Mendy; Sabaly, Koulibaly, Diallo, Jakobs; Pape Gueye, Ciss, N. Mendy; Ndiaye, Dia, Sarr. Allenatore: Aliou Cissé; Indisponibili: I. Gueye

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...