Virgilio Sport

Qatar 2022, l'ambasciatore dei Mondiali Khalid Salman: dichiarazione choc sull'omosessualità

In un'intervista, l'ex calciatore Khalid Salman, in un'intervista alla Zdf, ha sottolineato che "la cosa più importante è che tutti quelli che accettino di venire qui accettino anche le nostre regole" specificando i "problemi con i bambini che vedono i gay"

Pubblicato:

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Alla vigilia dei Mondiali in Qatar oltre alle inevitabili denunce su quanto accaduto in merito alla costruzione delle infrastrutture dedicate, ecco che esplode la polemica su quanto asserito in un’intervista dall’ambasciatore dell’evento. L’omosessualità definita un “una malattia mentale”, una frase assurda, un autentico scivolone pronunciata dal 60enne ex calciatore Khalid Salman, nel corso di un’intervista rilasciata alla emittente televisiva tedesca Zdf.

Una frase sola è bastata, anticipato da alcuni media e dalla stessa tv, andrà in onda stasera alle 20.15, nell’ambito di un documentario sul “Qatar segreto” per scatenare l’indignazione.

La frase incriminata di Khalid Salman

“Durante i mondiali di calcio arriveranno molte cose nel nostro Paese. Parliamo dei gay – ha detto Salman -. La cosa più importante è la seguente: accetteremo tutti coloro che verranno nel nostro Paese. Ma loro dovranno accettare le nostre regole”, la frase estrapolata da questo colloquio e anticipata dai media.

“Per esempio, parliamo di gay”, ha detto Salman. “La cosa più importante è che tutti quelli che accettino di venire qui accettino anche le nostre regole”, ha aggiunto, sottolineando i “problemi con i bambini che vedono i gay”. Perché, ha concluso, “allora imparerebbero qualcosa che non va bene”.

Fonte: ANSA

Qatar pronto per i Mondiali

L’omosessualità punita in Qatar

L’intervista è stata subito interrotta dal portavoce del comitato organizzativo dei Mondiali, che ha percepito la gravità delle dichiarazioni di Salman, posto che l’omosessualità in Qatar è severamente vietata e può essere punita fino a sette anni di reclusione.

Chi è Khalid Salman, gloria del calcio arabo

Khalid Salman Al-Muhannadi è un ex calciatore del Qatar, ha giocato e segnato nei Campionati Mondiali della Gioventù, in varie Coppe del Golfo e alle Olimpiadi estive del 1984. Ha 60 anni ed è ambasciatore dell’evento calcistico che segna una svolta nel mondo arabo e nel calcio internazionale, da qualunque punto di osservazione lo si studi.

Qatar 2022, l'ambasciatore dei Mondiali Khalid Salman: dichiarazione choc sull'omosessualità Fonte: ANSA

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...