,,
Virgilio Sport

Rivoluzione Pallone d'Oro: data, liste e votazioni, tutte le novità

'L'Equipe' ha anticipato come cambierà il popolare premio organizzato da 'France Football': proclamazione il 17 ottobre, voto solo per i rappresentanti dei prime 100 paesi del ranking Fifa e nuovi metodi di votazione.

24-05-2022 19:19

Il Pallone d’Oro si rifà il trucco. Dopo 65 edizioni, il 2022 segnerà qualcosa di molto vicino ad un anno zero per il più ambito e famoso premio individuale del calcio mondiale. A cambiare non sarà soltanto la data in cui verrà proclamato il vincitore, bensì la composizione delle liste e anche, particolare tutt’altro che secondario, le metodologie di voto.

Pallone d’Oro 2022, proclamazione il 17 ottobre

La novità principale riguarda proprio il calendario. Come anticipato da ‘L’Equipe’, infatti, il nome del giocatore che succederà a Lionel Messi, trionfatore nel 2021 per l’ottava volta in carriera, sarà infatti reso noto già il prossimo 17 ottobre, di fatto con tre mesi d’anticipo rispetto alla tradizione più recente, che ha visto la consegna del trofeo svolgersi a gennaio, e due rispetto a quella degli anni ’80-90, quando la proclamazione del vincitore, con invito di rito presso la redazione di ‘France Football’, avveniva attorno a Natale.

Conseguente l’anticipo della diramazione delle liste dei candidati per il Pallone d’Oro maschile, ma anche quello femminile, per il Trofeo Kopa per il miglior giovane e il Trofeo Yaschin per il miglior portiere: i nomi saranno infatti resi noti il 12 agosto 2022, anche qui con due mesi d’anticipo rispetto al 2021. 

Il Pallone d’Oro cambia: voteranno solo le giurie dei primi 100 paesi del ranking Fifa

La conseguenza più intuibile è che per la valutazione dei giocatori verrà considerata solo l’intera stagione 2021-’22 che si concluderà con gli Europei Femminili, in programma dal 6 al 31 luglio. Esclusi, quindi, i Mondiali in Qatar, che si disputeranno nell’inedita finestra tardo autunnale (21 novembre-18 dicembre 2022) e che “conteranno” quindi per l’edizione 2023 del Pallone d’Oro.

Importanti anche le novità che riguarderanno la presentazione delle liste e i metodi di votazione. Alle liste dei giornalisti di ‘France Football’ e de ‘L’Equipe’ si aggiungerà quella dell’ambasciatore per il Pallone d’Oro Didier Drogba. Quanto alla giuria, l’intenzione, piuttosto rivoluzionaria, sarebbe quella di limitare il diritto di voto solo agli “elettori” espressione dei primi cento paesi del ranking Fifa per il Pallone d’Oro maschile e cinquanta per il trofeo femminile.

Pallone d’Oro, dal 2022 cambiano i criteri di valutazione

Chiaro l’intento di valorizzare la competenza dei giurati a discapito dei paesi calcisticamente meno evoluti, dove fatalmente arrivano soprattutto le gesta dei calciatori più famosi. Insomma, un Pallone d’Oro più “democratico”, ma soprattutto più imprevedibile, in risposta alle polemiche scatenate dalla vittoria di Messi nell’ultima edizione a discapito di Robert Lewandowski.

Nella stessa direzione vanno le modifiche sui criteri di votazione. Il primo riguarderà le prestazioni individuali, il secondo quelle collettive e i titoli accumulati durante la stagione, il terzo la classe del giocatore e il suo senso di fair play. Un altro modo per andare verso la direzione che il Pallone d’Oro avrebbe sempre dovuto avere, quella di premiare il miglior giocatore dell’anno. E non il più forte…

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...