Virgilio Sport

Rugby, Mondiali: squalifica record da 12 partite per l'azzurra Sara Tounesi, ha morso l'avversaria

Epilogo incredibile per la giocatrice azzurra che è stata riconosciuta responsabile di un atto censurabile: Sara avrebbe morso l'avversaria durante il match dell'Italia contro il Giappone

25-10-2022 18:31

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

C’è una giocatrice, l’azzurra Sara Tounesi, e una squalifica che le è stata inflitta per aver commesso un atto ingiustificabile durante la partita che ha visto contrapposta l’Italia al Giappone: la giocatrice ex Colorno, per due stagioni al Clemort e ora in Inghilterra con la formazione femminile degli Sale Shark si è aggiudicata 12 partite di squalifica per aver preso a morsi l’avversaria.

Il morso di Sara Tounesi durante Italia-Giappone

Un avvenimento censurabile, assolutamente, tant’è che l’atleta era stata citata dopo la storica sfida contro il Giappone lo scorso sabato che, con la vittoria per 21-8, aveva garantito alle ragazze allenate da Andrea Di Giandomenico lo storico approdo ai quarti. Successo oscurato da una macchia che pesa, non poco, sulla nazionale azzurra e sulla stessa Sara Tounesi che si sarebbe resa responsabile di questo atto ingiustificato e che non è stato intercettato dalla telecamere Rai individuato, però al Tmo.

La telecamera inquadra il raggruppamento con Tounesi che porta avanti il pallone a ridosso della linea di meta e viene placcata anche dalla 7 rivale che poi “smanaccia” sul pallone in maniera irregolare, tanto che l’arbitra assegna un calcio di punizione alle azzurre per “mani nella ruck (raggruppamento).

La decisione dell’arbitra

La giapponese ha comunque fatto poi vedere la mano all’arbitra che ha notato un arrossamento della pelle, ma non segni dei denti (le giocatrici hanno il paradenti, ma solo nell’arcata superiore quindi il segno potrebbe essere lieve), da qui la decisione di sospendere il giudizio, almeno in campo. E demandare la sanzione eventuale a un comitato ad hoc.

L’intervento della comitato disciplinare

Finito l’incontro tra Italia e Giappone, invece, il caso è stato sottoposto all’attenzione del comitato disciplinare indipendente presieduto da Christopher Quinlan e composto da Brenda Heather-Latu (Samoa) e Ofisa Tonu’u (Nuova Zelanda) che ha

“considerato tutte le prove, comprese quelle della giocatrice vittima, di Sara Tounesi e del filmato dell’incidente e ha ha ritenuto che l’infrazione meritasse un cartellino rosso e, di conseguenza, ha accolto il reclamo. Il comitato ha deciso che la punizione iniziale appropriata fosse nella fascia media (18 partite), ma, considerate le attenuanti (nessun danno alla giapponese e la carriera senza precedenti dell’italiana) ha ridotto la sanzione a 12 partite”.

Un danno che avrà le sue ripercussioni su Sara, che salterà la prossima decisiva e storica partita per l’Italia, e le azzurre che si troveranno senza il suo supporto per almeno 12 match.

Rugby, Mondiali: squalifica record da 12 partite per l'azzurra Sara Tounesi, ha morso l'avversaria Fonte: Getty Images

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lecce - Inter
Milan - Atalanta

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...