,,
Virgilio Sport SPORT

Sacchi: “Ecco perché l’Italia deve ringraziare la Juventus”

L’opinionista elogia il lavoro dei bianconeri sulla Gazzetta dello Sport 

La Gazzetta dello Sport incarica Arrigo Sacchi di presentare la sfida di domenica al San Paolo tra Napoli e Juventus. Una partita complicata per i bianconeri, almeno a giudicare dalle ultime prestazioni offerte a Madrid e Bologna. E secondo l’ex c.t. la qualità dello spettacolo che vedremo a Fuorigrotta dipenderà proprio dalla squadra di Allegri. “Molto dipenderà dalla Juve – scrive Sacchi -. Questa è una gara che può dare conforto dopo la sconfitta di Madrid, è l’occasione per verificare la condizione fisica e quella mentale. Noi italiani siamo bravissimi a dare il massimo nella sofferenza. Il d.s. Paratici, nei giorni scorsi, ha detto che il campionato italiano è poco allenante: beh, quella contro il Napoli è sicuramente una partita allenante”. 

PIU’ CORAGGIO. Per Sacchi la partita di Napoli sarà fondamentale per preparare il ritorno degli ottavi di Champions League contro l’Atletico Madrid: per vincere in Europa la Juventus deve cambiare marcia e avere più coraggio, giocare un calcio più offensivo e con maggiore personalità. “In Europa si vince sempre giocando un calcio ‘da protagonisti’ – continua Sacchi – . Lo dimostra la storia. La Juve, nelle coppe, ha vinto poco considerando quante volte ha partecipato. Ma, nonostante ciò, bisogna fare i complimenti alla proprietà e alla dirigenza bianconera perché negli ultimi anni hanno costruito un vero e proprio gioiellino. Mi piacerebbe che la Juve, per il modo di stare in campo, diventasse un modello per tutto il nostro calcio. La corsa per il titolo mi sembra già abbondantemente chiusa”.

“GRAZIE JUVE”. Infine Sacchi va contro lo stereotipo che vede la Juve vincere esclusivamente giocando un brutto calcio, uno dei motivi principali delle critiche a Massimiliano Allegri. “Io sono un cultore della bellezza e la Juve, in certe partite, è stata bella. Penso alla sfida che ha perso contro lo United, ad esempio. Io desidero vincere con merito, non mi interessa vincere e basta”. E, infine, spiega che a prescindere da come andrà a finire la sfida con i Colchoneros, il calcio italiano dovrà ringraziare i bianconeri.  “Alla Juve bisogna dire grazie perché negli ultimi anni ha portato in alto il nostro calcio. Se non ci fosse stata la Juve in Europa, che cosa avremmo fatto?”. 

SPORTEVAI | 28-02-2019 10:18

Sacchi: “Ecco perché l’Italia deve ringraziare la Juventus”

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...