,,
Virgilio Sport SPORT

Sala avverte l'Inter: "Un guaio per tutti lo stadio a Sesto"

Il sindaco punta a riqualificare San Siro e "dedicarlo" a calcio femminile e giovanili.

L’argomento stadio è molto caldo. Milan e Inter spingono per avere il via libera dal Comune di Milano per cominciare, in maniera concreta, a costruire la loro nuova casa di proprietà. La necessità di uno stadio privato è forte, così come il pressing sul sindaco Sala.

Il primo cittadino della città meneghina, attraverso le colonne della Gazzetta dello Sport, ha fatto il punto della situazione: “A oggi sono già stanziati 12-13 miliardi di investimenti immobiliari su Milano e non abbiamo la necessità di prendere tutto ciò che ci si offre. Possiamo dirigere e gestire gli investimenti“, le sue parole.

Stadio nuovo ma San Siro riqualificato per altri utilizzi: “Io chiedo se esiste la possibilità, sostenuta da economics di buon senso, di trasformare l’attuale San Siro in un impianto più piccolo, mantenendo per esempio solo il primo anello. La crescita del calcio femminile, l’attenzione dei tifosi verso le giovanili, possono creare il bisogno di un’arena civica”.

Sulla possibilità, estrema, da parte di Suning di scegliere Sesto San Giovanni per costruire il nuovo stadio dell’Inter, il sindaco Sala è decisamente chiaro: “Diciamolo: il trasferimento a Sesto sarebbe un guaio per entrambe le parti. Come sindaco rimarrei col “cerino in mano” di San Siro. Ma ci sono soluzioni nell’ambito della legge: allora lancerei io un progetto, non certo speculativo, di riurbanizzazione dell’area”.

Insomma, una situazione ancora tutto da chiarire. Inter e Milan non hanno intenzione di perdere tempo e chiedono tempistiche brevi per perfezionare il progetto. Il sindaco di Milano si dice pronto a sedersi ad un tavolo per trovare la soluzione ideale.

Le due società milanesi sanno, perfettamente, che avere uno stadio di proprietà è l’unica strada per crescere e competere con la Juventus, forte, appunto, di un proprio impianto che genera ricavi importanti.

Sullo sfondo le altre società che puntano ad accodarsi per sbloccare i propri progetti. In testa a tutte la Roma di Pallotta che, da tempo, è bloccata, a livello burocratico, per la creazione della nuova casa giallorossa.

SPORTAL.IT | 21-11-2019 09:59

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...