,,
Virgilio Sport SPORT

Schianto contro un bus, paura per Bernal: stagione a rischio

Il colombiano della Ineos-Grenadiers, vincitore dell’ultimo Giro d’Italia, sarà costretto ad andare sotto i ferri per i ridurre i diversi traumi riportati.

24-01-2022 21:15

Il 2022 di Egan Bernal rischia seriamente di essersi già concluso. Il forte corridore sudamericano, maglia rosa al Giro d’Italia 2021, è stato protagonista di un bruttissimo incidente in allenamento sulle strade di casa sua in Colombia rimediando delle conseguenze che potrebbero costringerlo a saltare tutta la stagione.

Registrati a Virgilio Sport per continuare a vedere questo contenuto

Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)

La dinamica dell’incidente di Bernal

Stando alle ricostruzioni dei media locali, Bernal sarebbe andato violentemente a schiantarsi contro un bus della compagnia Alianza che, nei pressi di Gachancipà, avrebbe frenato bruscamente per far scendere un passeggero.

Accortisi del violento impatto, i presenti hanno subito chiamato i soccorsi che rapidamente sono intervenuti sul posto portando via in ambulanza il corridore.

Incidente Bernal, le parole dell’ospedale

Senza mai perder conoscenza, Egan Bernal è stato quindi trasportato presso La Clinica Universitaria de La Sabana dove immediatamente è stato curato e sottoposto agli accertamenti del caso.

In questa fase a lungo sono rimbalzate voci circa la gravità dei danni riportati, voci che poi verso le 20 sono state confermate dal bollettino rilasciato dall’istituto colombiano.

“Egan Bernal è stato sottoposto ad accertamenti e visite da parte di numerosi specialisti. In pieno accordo, hanno stabilito che il corridore sarà sottoposto ad intervento chirurgico nelle prossime ore: presenta un trauma cervicale e toracico, un trauma muscolo-scheletrico e un trauma agli arti inferiori. Per il momento presenta stabilità emodinamica”.

Bernal e un 2022 a rischio

Bernal quindi andrà a breve sotto i ferri e, solo una volta conclusa l’operazione, verrà a conoscenza dei tempi di recupero che purtroppo, vista la portata dei traumi subiti, si prospettano già piuttosto lunghi.

L’ipotesi dunque che il portacolori della Ineos-Grenadiers, squadra in cui milita dal 2018 e per la quale avrebbe dovuto esordire al Tour de la Provence il prossimo 10 febbraio, possa dire addio al 2022 è reale ma, in tal senso, a fugare ogni dubbio sarà proprio la formazione britannica dalla quale presto si aspetta una comunicazione ufficiale circa lo stato di salute del proprio sfortunato campione.

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...