Virgilio Sport

Scommesse, Fagioli, non finisce qui: sarà riascoltato. La chiavetta della talpa dai magistrati

L'informatore di Corona fa dietrofront su Barella dopo lo sfogo dell'interista ma non su Zaniolo, nuova audizione per il centrocampista della Juventus

21-10-2023 07:33

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Scommessopoli, nuova puntata. Mentre oggi Tonali potrebbe giocare la sua ultima partita prima della squalifica con il Newcastle, arrivano nuove indiscrezioni sia dalla procura di Torino che da Maurizio Petra, l’ormai famoso «zio dell’ex Inter» Antonio Esposito che è tra gli informatori di Fabrizio Corona. Per Fagioli la vicenda potrebbe non essere finita qui, possibile che sia riconvocato a deporre dalla giustizia ordinaria.

Nel mirino della Procura le minacce a Fagioli

C’è qualcosa che non torna infatti per gli inquirenti che indagano sul filone scommesse. La frase “Ti spezzo le gambe”, raccontata davanti alla giustizia sportiva, non compare nelle carte dei magistrati. Potrebbe essere aperto uno stralcio di indagine per tentata estorsione: il giocatore sarebbe parte offesa.

Nicolò Fagioli, secondo La Repubblica, potrebbe essere convocato di nuovo dalla procura di Torino sul caso delle scommesse clandestine. I poliziotti della squadra mobile, coordinati dalla pm Manuela Pedrotta, stanno valutando in questi giorni se sia opportuno e utile interrogare ancora il calciatore della Juve, per approfondire il filone delle minacce che avrebbe subito dalle persone con cui si era indebitato.

La talpa di Corona fornisce materiale alla giustizia

Intanto la chiavetta Usb che secondo Petra, l’informatore di Corona, contiene audio e messaggi di calciatori che scommettono arriverà lunedì 23 ottobre sul tavolo dei magistrati di Torino. Lo zio dell’ex Inter torna a parlare con La Verità. Dopo la smentita di Barella Petra avrebbe detto a La Verità di essersi sbagliato sul suo conto e ha assicurato che il suo nome non c’è. Ma ha anche detto di non aver riascoltato l’audio perché custodito dal suo avvocato.

Scommesse, giallo sulla posizione di Zaniolo

Ieri aveva sostenuto che nelle chat c’è anche Nicolò Zaniolo. Il giocatore dell’Aston Villa darebbe ordini a Esposito su una giocata che riguarda la sua ex squadra, la Roma. L’avvocato Gianluca Tognozzi, che rappresenta Zaniolo, nega le puntate sul calcio. Ammette quelle su poker e blackjack, per le quali il giocatore rischia al massimo un’ammenda.

E poi ci sono le chat. Il materiale copiato da telefonini e tablet dei tre giocatori finora indagati (oltre a Fagioli ci sono Sandro Tonali e Nicolò Zaniolo) è pieno di chat con conversazioni con decine di giocatori e con amici. Una volta chiusa l’indagine penale, chat e messaggi saranno mandati alla procura della Federcalcio. Mentre si attendono nuove rivelazioni di Fabrizio Corona.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...