,,
Virgilio Sport SPORT

Scontro Agnelli-Allegri? La verità dell'allenatore

Il tecnico della Juventus ha parlato alla vigilia della partita contro l'Udinese, con l'Atletico Madrid nel mirino: "Ho letto tante cose assurde".

Il giorno della verità si avvicina, ma Max Allegri gioca d’anticipo. Il 12 marzo la Juventus giocherà il ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro l’Atletico Madrid: grazie alla spinta dell’”Allianz Stadium” i bianconeri proveranno a ribaltare il 2-0 del “Wanda Metropolitano” per provare ad evitare di chiudere di fatto anticipatamente una stagione che sul territorio nazionale sembra aver detto tutto o quasi, vista l’eliminazione in Coppa Italia e l’ampio vantaggio in campionato.

Dopo il rovescio in terra castigliana non si è fatto che parlare del probabile divorzio a fine stagione tra Allegri e la Juventus, così dopo aver preso tempo nelle conferenze precedenti, alla vigilia dell’anticipo della 27a giornata contro l’Udinese il tecnico livornese è stato più chiaro, smentendo seccamente le voci su possibili screzi con il presidente Agnelli:

“Ci siamo visti giovedì sera, tutto quello che è stato scritto sembrava roba da ‘Scherzi a Parte’. Due persone intelligenti, che lavorano insieme da cinque anni e che hanno costruito qualcosa d’importante con la Juve, non possono litigare con 16 punti di vantaggio e agli ottavi di Champions. Siamo andati a cena insieme, abbiamo deciso di parlare del rinnovo del contratto a stagione finita. Le voci mi scivolano addosso. Con la società siamo in sintonia anche per il futuro, ma tempo al tempo. Sono in sintonia con la società, il mio rapporto con Agnelli è sereno. Non ho mai detto di voler andar via e il presidente non ha mai detto di volermi mandare via. Poi voi fate il vostro lavoro come è giusto che sia”.

“L’obiettivo della Juventus è sempre stato quello di giocarsi la Champions tutti gli anni, dagli ottavi in poi non c’è nulla di scontato – ha proseguito Allegri – Vincere è una cosa straordinaria e continuare a vincere è ancor più difficile. La Juve ha una base solida che gli permetterà di giocarsela tutti gli anni. Se ti va male un anno, ti può andare meglio quello successive. Abbiamo ancora la possibilità di passare il turno anche sento parlare di stagione fallimentari, ma bisogna celebrare i trofei che la Juve può vincere”.

Contro l’Udinese previsto ampio turnover, perché la missione-Atletico sarà comunque impegnativa: “Per martedì, indipendentemente dai risultati di ieri, siamo pronti per provare questa grande impresa. Non sarà facile, ma possiamo farcela. Ci vorrà freddezza, lucidità. Dybala e Mandzukic si sono allenati a parte, penso che giocheranno sia Barzagli che Kean”.

Ma non Ronaldo, parso insofferente a Napoli. Allegri smentisce ancora: “Sta bene, ma non gioca. Va in panchina. A Napoli non era arrabbiato, semplicemente non abbiamo fatto un gran secondo tempo…”.

SPORTAL.IT | 07-03-2019 14:55

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...