Virgilio Sport

Serie A in chiaro in tv: Rai e Mediaset interessate, la Lega ci pensa

Dopo il no del Colle al 'lodo Lotito', la Lega Serie A pensa a frammentare il bando per i prossimi diritti di trasmissione del campionato. Spazio anche a partite in chiaro, Rai e Mediaset alla finestra.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Dove si vedranno le partite di serie A in tv a partire dal 2024? La domanda non riguarda soltanto tifosi e appassionati. Se la pongono soprattutto i presidenti delle venti squadre della massima serie, visto che ormai quella legata ai diritti audiovisivi è diventata la principale fonte di ricavi in questi anni di magra. Oltre a Dazn e Sky, potrebbero entrare in gioco altri soggetti come Amazon. La novità principale è che anche Rai e Mediaset sono in attesa. Non in sostituzione, ma in aggiunta. Già, perché nel prossimo bando (2024-2027) potrebbe essere messo in vendita anche un pacchetto relativo alla trasmissione delle partite in chiaro.

Diritti tv, le nuove strategie della Lega Serie A

La Lega Serie A, come riporta Milano Finanza, ci sta pensando seriamente dopo l’alt imposto dal Colle al ‘lodo Lotito’, l’emendamento teso ad allungare fino al 2026 i contratti in essere. Un no che ha gettato nello sconforto i club – tutti compatti nel chiedere al governo di riproporre la norma in successive proposte di legge, magari smussandone gli angoli – ma che è stato accolto con sollievo dalla stessa Dazn, che trasmette tutte e dieci le partite di ogni giornata di campionato, e anche da Sky, che ne trasmette tre per turno.

Serie A in tv, fine dell’esclusiva? L’orientamento

Allungare i contratti in essere, infatti, avrebbe “costretto” Dazn a versare le stesse cifre di oggi: 840 milioni a stagione. Mentre molto probabilmente, secondo gli esperti del settore, gli investimenti in campo per il prossimo triennio saranno più bassi. La Lega, allora, sta pensando a una soluzione d’emergenza: annullare l’esclusiva, scorporare i pacchetti, prevedere offerte nuove e variegate. Un po’ come succede per la serie B, che è trasmessa integralmente su Dazn, Sky e su HelbizLive. Le cifre sono diverse, ovviamente, ma tra i club cadetti pare ci sia grande soddisfazione.

Rai e Mediaset interessate: il budget di Berlusconi

La fine dell’esclusiva avrebbe un duplice vantaggio: investimenti più bassi per i producers, maggiori fonti di entrate per la Lega Serie A. E tra i vari pacchetti che potrebbero essere messi in vendita, ci sarebbe anche quello legato alla trasmissione di una o più partite per turno in chiaro. Rai e Mediaset, assicura Milano Finanza, sono interessate. Il gruppo presieduto da Piersilvio Berlusconi, in particolare, avrebbe già deciso di stanziare un massimo di 200 milioni per la Serie A. E il ritorno del grande calcio in chiaro sui teleschermi sarebbe ben visto anche da Palazzo Chigi.

Serie A su Rai o Mediaset: la posizione di Casini

Cosa succederà? Vedremo anche la serie A in chiaro, come accade già con Coppa Italia e Supercoppa, oltre che per alcune partite di Champions? Presto per dirlo. Ma l’idea si fa strada. Sembra passata una vita da quando, poche settimane fa, il presidente di Lega Casini si era mostrato freddino sull’ipotesi: “Sappiamo che alcune leghe hanno sperimentato una partita in chiaro con risultati controversi. Non ne abbiamo discusso, ma stiamo definendo il quadro di partenza per arrivare alla strategia migliore”.

Clicca qui per vedere tutta la serie A e l’Europa League con la Juve a un prezzo super scontato

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...