Virgilio Sport

Serie A, parla Lilian Thuram: "Nel calcio italiano c'è ancora razzismo"

Thuram non ci sta e continua a portare avanti la sua giusta lotta contro il razzismo nel mondo del calcio.

23-10-2021 20:43

Serie A, parla Lilian Thuram: "Nel calcio italiano c'è ancora razzismo" Fonte: Getty Images

L’ex giocatore di Parma, Juventus e Barcellona Lilian Thuram torna a parlare del problema razzismo in Serie A. Dopo il botta e risposta di pochi giorni fa con Marco Materazzi, l’ex centrale della nazionale francese è stato intervistato da Propaganda Live su La7. Ecco le sue dichiarazioni:

“Nel calcio italiano c’è ancora razzismo. Calciatori che non voleva inginocchiarsi a Euro 2020? Ti dà l’immagine che ci sono dei giocatori che non capiscono la problematica del razzismo. In più, c’è una cosa molto interessante: tanti dicono di non mischiare calcio e politica. Però bisogna ripetere al giocatore che il fatto di non mettersi in ginocchio è un atto politico. Vuol dire che non ti frega nulla della battaglia contro l’ingiustizia: bisogna educare i calciatori”.

“A me ad esempio piace molto Henderson, il capitano del Liverpool, ovvero un bianco che dice che bisogna inginocchiarsi per far riflettere la gente. In Italia e in Francia manca il coraggio di denunciare queste cose, i calciatori hanno paura e non capiscono cosa sia il razzismo. Pensano di essere neutrali, ma non puoi esserlo: vuol dire che non fai niente per cambiare le cose. Io penso che se ci sono dei giocatori che si debbano mettere in ginocchio siano gli italiani: in Italia spesso ci sono problematiche legate al razzismo. Io sono arrivato nel 1996 e siamo al 2021, ma c’è ancora il problema del razzismo. Basta ipocrisie, i calciatori bianchi devono chiedersi cosa possono fare per cambiare la situazione, perché loro hanno un potere incredibile”.

Tags:

Leggi anche:

UniSalute

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...