Virgilio Sport

Tacconi racconta la sua odissea: avevo allucinazioni, vedevo serpenti e ragni

Ospite di Verissimo, Tacconi ha raccontato il calvario vissuto dopo essere stato vittima di aneurisma nell'aprile 2022: "Avevo vuoti di memoria"

27-11-2023 09:37

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Un anno e mezzo dopo, Stefano Tacconi ha compiuto l’intervento più straordinario della sua vita. L’ex portiere della Juventus e della Nazionale, ospite di Verissimo con la moglie Laura, ha raccontato il dramma patito dopo essere stato vittima di un aneurisma nell’aprile 2022. “Avevo le allucinazioni: vedevo ovunque ragni sui muri e serpenti sui pavimenti”.

Il ritorno alla vita di Tacconi e il lungo calvario

Ospite dal salotto di Canale 5 di cui è padrona Silvia Toffanin, Tacconi, 66 anni, ha ripercorso le tappe del lungo e complicato decorso post operatorio, rivelando di aver sofferto di allucinazioni e di essere andato incontro a problemi di memoria. “Quando viene toccato il cervello è dura – ha detto nel corso di Verissimo -. Mi arrabbiavo perché vedevo i cavalli fuori dalla finestra e gli altri non mi credevano. Poi ricordavo avvenimenti successi quarant’anni fa e non cosa avevo mangiato il giorno prima”.

La moglie di Tacconi è sempre rimasta al suo capezzale

Laura Speranza ricorda quel terribile giorno di aprile: “Era ad Asti con Andrea (uno dei loro figli, la cui presenza si rivelò fondamentale, ndr) e avrebbe dovuto raggiungermi. Ma non l’ho più sentito. Alle 14 mi arrivò la telefonata dall’ospedale… è stato tremendo avvisare i miei figli”.

Riguardo alle allucinazioni che si palesarono tra le due operazioni al cervello cui è stato sottoposto l’ex calciatori racconta: “Stefano diceva di vedere l’acqua che scendeva dal soffitto, serpenti che strisciavano per terra e ragni su tutti i muri della stanza. Ma ha avuto la forza di combattere, non ha mai mollato. È la mia roccia”.

Stefano Tacconi sottoposto a una nuova operazione: ecco perché

No, questa volta non c’entra nulla con l’emorragia cerebrale. E ci ha tenuto a sottolinearlo durante la sua ospitata a Verissimo: “Sono stato operato per la terza volta in due anni ma questa volta ero tranquillo”. L’intervento alla cistifellea è legato al fatto che “per un anno e mezzo sono stato fermo negli ospedali. E mangiare è stato difficile per i miei calcoli al fegato” ha spiegato Tacconi. Il peggio è definitivamente alle spalle. “Ora faccio riabilitazione due volte alla settimane: non ce la faccio più”.

Tacconi racconta la sua odissea: avevo allucinazioni, vedevo serpenti e ragni Fonte: Ansa

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...