Virgilio Sport

Tennis, Matteo Berrettini cerca vendetta nel 2023 e attacca i social

Dopo un 2022 complicato, Matteo Berrettini cerca riscatto a partire dagli Australian Open, anche se l'obiettivo è Wimbledon. In un'intervista, l'azzurro critica anche i social.

Pubblicato:

Matteo Berrettini ha voglia di stupire in questo 2023, a partire dagli Australian Open. Il sorteggio del primo Slam dell’anno però non è stato proprio clemente con il 26enne romano, che dovrà vedersela col tre volte campione Slam Andy Murray al primo turno e c’è un possibile incrocio con il numero 3 del mondo Casper Ruud agli ottavi.

Berrettini, la speranza per il 2023

Berrettini però non ha paura di nessuno, al massimo di se stesso. Questa la speranza del tennista azzurro in vista del nuovo anno: “Mi auguro innanzitutto che nel 2023 io possa godere di tanta salute, visto che nel 2022 è un po’ mancata. Insieme a quella poi spero che arrivino un po’ di risultati, che sono graditi e non fanno mai male!”, ha esordito il numero 14 del ranking ATP, intervistato da Marco Franzelli al Tg2.

Servirà quindi anche un po’ di fortuna, magari con l’aiuto del suo amuleto: “Il ciondolo con la rosa dei venti che mi ha regalato mia madre è sempre con me, è il mio portafortuna ma, probabilmente, anche qualcosa di più. Lo vedo come un modo per portare la mia famiglia sempre con me, anche quando spesso sono sempre lontano”.

Berrettini: “Punto a Wimbledon”

Inevitabile una domanda sugli obiettivi di questa stagione. Berrettini punta a Wimbledon, torneo che lo ha visto protagonista due anni fa, diversamente invece da quanto è accaduto qualche mese fa (a causa di un infortunio): “Purtroppo la sfortuna me l’ha portato via l’anno scorso, ma quest’anno Wimbledon è di certo uno degli obiettivi principali. Non l’ho mai nascosto, dopo quella finale persa con Djokovic nel 2021 il mio obiettivo sarà quello di vincere la prossima finale che giocherò. Per fortuna ci sono comunque tanti tornei e tanti mesi prima di quell’evento, adesso la mia testa è soltanto su Melbourne”.

Berrettini e la cattiveria social

Infine, Berrettini ha chiuso parlando dei social e del suo stato d’animo, con tanto di ricordo: “Una volta, quando ero più piccolo, ho addirittura pianto in campo! Però ho anche pianto di gioia e credo che questo sia molto bello. Mettere tutte le emozioni in ciò che uno fa penso sia la miglior cosa possibile. Social? Un po’ di cattiveria c’è, ma io credo che in generale sia meglio vivere il momento piuttosto che mettere tutto quello che fai in mostra“, ha concluso il romano.

Tennis, Matteo Berrettini cerca vendetta nel 2023 e attacca i social Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...