,,
Virgilio Sport

Ternana, Lucarelli: "Benevento banco di prova"

"Il calcio per me è 5% teoria e 95% pratica. Bisogna avere mentalità. Noi lavoriamo per ricostruirla"

09-12-2021 13:21

Ternana, Lucarelli: "Benevento banco di prova" Fonte: Getty images

Match importante per la ternana che domani sera nell’anticipo di Serie B, ospita il Benevento, quarta forza del campionato.

Queste le parole in conferenza stampa del tecnico delle Fere sulla sfida: “Domani c’è un’altra grande squadra, un’altra candidata alla promozione diretta – si legge su TernanaNews.it -. Sarà un altro banco di prova per noi. Sarebbe bello riuscire ad arrivare alla sosta di Natale senza interruzioni”.

Per la Ternana due vittorie e tre pareggi nelle ultime cinque partite di cui l’ultimo colto nella trasferta di Frosinone. Io dico che se in tre partite fai una vittoria e due sconfitte hai sempre tre punti. Secondo me alla fine il cruccio è sempre lo stesso. Il calcio per me è 5% teoria e 95% pratica. Bisogna avere mentalità. Noi lavoriamo per ricostruirla. Se ho fatto uno dei tanti errori è quello di pensare che saremmo ripartiti con i nostri concetti ormai acquisiti e che quindi fosse più semplice quest’anno rispetto all’anno scorso far arrivare certi concetti alla squadra. In realtà non è così. Abbiamo cambiato tanto. Un lavoro che pensavo di essere avanti rispetto alle altre, non è stato così. Fermo restando il valore degli avversari che è diverso dal campionato scorso. Nemmeno l’anno scorso siamo partiti favoriti. Siamo diventati forti strada facendo. Il nostro processo è più lento. In questo momento dobbiamo acquisire consapevolezza”.

News dalla formazione: “Falletti sta un po’ meglio. Per fare una partita come quella di domani sera servono tutte le garanzie del caso. I giocatori con me giocano se stanno bene. Preferisco un cavallo sano ad uno zoppo. Pettinari ho detto che è stato l’unico a piacermi? Contro il Crotone non aveva goduto di persona. Sicuramente era più carico degli altri. Ci aspettavamo che ci fosse un calo dopo due partite con gli stessi giocatori. Sapevamo che potevamo non essere brillanti. Era una preoccupazione che avevamo e la gara ha evidenziato questa paura. Defendi si è allenato. E’ rientrato in gruppo da due giorni. Agazzi non c’è”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...