Virgilio Sport

Tifosi Inter stanno con Di Canio: Altro che re di Milano

Lo sfogo dei fan nerazzurri dopo il ko con la Juventus

09-03-2020 09:10

Tifosi Inter stanno con Di Canio: Altro che re di Milano Fonte: Ansa

Criticato all’inizio ed accolto con scetticismo, osannato poi ed ora di nuovo nel mirino della critica. E’ il destino dei giocatori importanti, quando falliscono le prove decisive entrano nel tritacarne delle polemiche ed è capitato ora a Romelu Lukaku. Il belga dell’Inter è stato tra i peggiori in campo nel big-match contro la Juventus. Già dimenticati i suoi tanti gol, i tifosi se la prendono con lui e con Conte per la disfatta di Torino e danno ragione a chi ne ha sempre messo in rilievo i limiti.

L’ACCUSA – Tra i detrattori in prima linea c’è sempre stato Paolo Di Canio. L’ex attaccante di Juve, Milan e Napoli, grande conoscitore del calcio inglese, è stato lapidario: “Lukaku? Segna solo alle piccole. Ha fatto lo stesso per 7 anni in Premier”.

LE REAZIONI – Molti tifosi interisti sono dello stesso avviso e si sfogano sui social: “lo continuo a ripetere, Lukaku con le medio-piccole fa la differenza, ma quando ci sono i big match non la mette mai dentro. Tra Premier e Serie A 1 gol quando si tratta di confronti con le prime quattro della classifica. I numeri non dicono tutto, ma qualcosa penso di sì”.

RIMPIANTI – In tanti rimpiangono Icardi: “Errore madornale cedere icardi per sto Lukaku…. Il re di Milano haha” o anche: “Che errore cedere lui per Lukaku….. La pagheremo per anni ed anni”, oppure: “Quando hai Lautaro e Lukaku che fanno 0 tiri in porta qualche domanda te la devi porre”.

IRONIA – I tifosi juventini ironizzano: “La prossima la giochiamo a luci spente e porte socchiuse, magari Lukaku e Lautaro una palla la beccano”, altri lo salvano: “Lukaku in questa Juve avrebbe segnato i soliti 30 gol! E avremmo avuto almeno 7/8 punti in più!”.

PAURA – C’è chi trova infine altre spiegazioni: “Per la prima volta da quando è all’Inter ho visto Lukaku svogliato, quasi assente. Sbaglierò, ma secondo me – uno attento alla realtà in cui vive, come lui – gli è diventato assai difficile giocare con l’epidemia in corso”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...