,,

Virgilio Sport

Totti-Blasi spa, cosa sarà dell'impero milionario tra società e immobili: quanto costa il divorzio

L'ufficialità dell'addio tra Francesco Totti e sua moglie Ilary Blasi ha prodotto subito alcuni effetti e interessi: ecco il loro patrimonio

12-07-2022 11:34

Dietro alla Totti-Blasi spa, c’è quanto costruito da entrambi in vent’anni e passa di carriera ai vertici, rispettivamente, del calcio giocato e dello showbiz: numeri uno, professionisti inarrivabili, campioni a modo proprio e con le specifiche peculiarità che li hanno resi riconoscibili, identici solo a loro stessi. E autentiche imprese, sia individuali ma non solo.

E che secondo Dagospia potrebbero innescare una “battaglia legale”, scaturita dalla loro separazione ormai ufficiale.

Il patrimonio di Totti: quanto ha guadagnato

Ai tempi della sua esplosione calcistica, Francesco Totti era conteso dagli attori più prestigiosi a livello europeo: l’ex capitano della Roma ha scelto di rimanere alla Roma, nonostante le offerte di Milan, Real Madrid e altri top club che non lesinarono certo per convincere Pupone e la Roma. Ma nulla. Totti non si mosse allora, né dopo il ritiro a 40 anni.

Nella sua carriera, Totti ha accumulato un patrimonio che, secondo gli esperti di QuiFinanza, ammonta a circa 84 milioni di euro netti. A questa cifra vanno aggiunti gli introiti delle altre attività nelle quali l’ex capitano giallorosso avrebbe investito negli corso degli anni e le società fondate o riconducibili a lui, a Ilary e alla loro famiglia anche in forma indiretta.

Da segnalare, tra le tante, soprattutto il 100 per cento delle quote della Numberten srl, società che dal 2006 concentra gli investimenti dell’ex numero 10: l’azienda vanta un patrimonio netto di 7 milioni di euro, costituito da 3 milioni di riserve e 3,8 milioni di utili frutto della rivalutazione degli immobili di proprietà fatta nel 2008.

Così chiamata perché è la traduzione inglese del numero 10 della maglia presieduta dal fratello Riccardo con la madre Fiorella consigliera, possiede una serie di immobili valutati 3,9 milioni di euro e alcune partecipazioni finanziarie in altre società, tra le quali la Immobiliare Acilia, la Immobiliare Dieci e Longarina.

I guadagni di Ilary Blasi

Per quanto riguarda Ilary Blasi, invece, il calcolo sarebbe ben più arduo come spesso avviene per questioni di riservatezza: poco o nulla si sa del contratto che lega Mediaset alla conduttrice, la quale esordì piccolissima nella pubblicità per continuare poi la sua carriera artistica in televisione, principalmente con Mediaset arrivando alla conduzione del Festival di Sanremo.

Il settimanale Oggi aveva parlato di un cachet pari a 50 mila euro a puntata per la conduzione dell’ultima edizione de L’Isola dei Famosi, senza aggiungere ulteriori dettagli su quel contratto; per il GF Vip, all’epoca della sua edizione, gli introiti si sarebbero attestati complessivamente sui 650 mila euro. Questo è quanto incassato da Ilary in tempi recenti, derivanti dagli ultimi contratti che la legano a Cologno Monzese.

Le società riconducibili a Totti e gli intrecci familiari

Capitolo a parte, invece, va riservato agli investimenti e alle proprietà comuni che nel corso di questi anni i coniugi Totti avrebbero deciso di accumulare nel loro patrimonio, assai vario.

A questa società fa capo Number five che contratta gli ingaggi non calcistici dell’ex capitano della Roma e che gestisce, de facto, i diritti di immagine. Di questa società nello specifico Blasi detiene il 90% e il suocero Roberto Blasi il 10%. Alla holding fanno poi capo altre società tra cui Longarina srl e Immobiliare Dieci, attive nel mercato immobiliare. Totti è poi socio al 49% di Ct10, società di servizi in ambito sportivo che si occupa di marketing, gestione della carriera dei calciatori e scouting. Società nata nel 2020 assieme a IT Scouting anch’essa pensata per la ricerca di talenti nel mondo del calcio. Sul mercato immobiliare è attiva anche Vetulonia, di cui Totti è socio e amministratore unico.

Nella società sportiva dilettantistica Sporting club Totti come azionisti figurano poi Blasi (90%), il cugino di Totti, Angelo Marrozzini (5%) e il marito della cognata, Ivan Peruch, che gestisce i campi da calcio e detiene il 5% del capitale della società. Quest’ultima attività, avviata nel 2020, conta 31 mila euro di fatturato nei primi 7 mesi di attività.

Secondo Il Messaggero, inoltre, sarebbero in totale sette le società che dovranno spartirsi i coniugi: Totti avrebbe il 100% delle quote di ben tre società, la Vetulonia Srl, la IT Scouting Srl, la CT10 Srl e la Coach Consulting Srl da considerare, oltre alle altre già citate. Imprese calle quali partecipano anche altri investitori.

Le proprietà immobiliari

Oltre alla villa del Torrino, residenza con una metratura principesca poco distante dall’Eur, Totti e Ilary hanno acquistato l’attico al 38° piano della nota Eurosky Tower, gioiello di progettazione nel noto quartiere romano con i più avanzati supporti tecnologico. Poi la panoramica e raffinata residenza con vista Colosseo, al centro della Capitale nella quale Ilary spesso si è ritirata e della quel ha postato numerose fotografie su Instagram.

A questi immobili si aggiungono la villa all’Axa, acquistata dal campione quando si affermò giovanissimo alla Roma, e nella quale viveva prima di sposarsi con i suoi genitori e il fratello poco distante da Trigoria.

Sul litorale romano, precisamente sulla meravigliosa spiaggia di Sabaudia sotto il promontorio del Circeo, Totti e Ilary hanno trascorso le loro estati in una villa con accesso privato su un tratto pari a circa 400 metri. Una residenza di pregio che avrebbero acquistato dopo una attenta riflessione e che, proprio in questo luglio di separazione, è rimasta vuota.

VIRGILIO SPORT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...