,,
Virgilio Sport SPORT

Verso Tokyo, Yeman Crippa e quel record: "Era il mio obiettivo"

In un'intervista in cui Yeman Crippa tocca temi sportivi e legati alla sua vita e ai suoi affetti, rivela le sensazioni a poche settimane dalla partenza per i Giochi Olimpici

Tokyo non è poi così lontana, nonostante le settimane e la preparazione e quanto si rincorre in questa delicata fase di avvicinamento ai Giochi Olimpici che si sarebbero dovuto celebrare lo scorso anno, ma che la pandemia ha stravolto. Gli atleti hanno vissuto momenti di profondo turbamento, anche prove complicate dovute all’interruzione dell’attività, ripresa degli allenamenti, complicazioni derivanti dall’assenza della possibilità di trovarsi sulle superfici adatte e anche quel contraccolpo psicologico che ha prodotti inevitabili condizionamenti. Invece, Yeman Crippa, autentico fenomeno del mezzofondo azzurro è riuscito a ritrovarsi e a ritrovare motivazione e slancio e ha conquistato anche l’8 settembre 2020 il nuovo record italiano sui 5000. In un’intervista a Virgilio Sport ripercorre quei momenti e svela i suoi progetti sportivi, prestando come sempre attenzione al fulcro del suo successo: la sua straordinaria famiglia.

Yeman deve molto alle sue qualità e anche al suo allenatore, una figura fondamentale nell’atletica italiana.
“Il mio allenatore è Massimo Pegoretti, ex atleta della Nazionale, faceva i 1500 metri e mi sta al fianco da ormai una decina di anni, da quando ho iniziato a fare atletica seriamente. All’inizio mi ha fatto divertire, appassionare all’atletica e poi si è passati – con gli anni – alla componente più tecnica. Mi ha fatto crescere, credo anzi penso, da tutti i punti di vista. E mi ha fatto diventare atleta, uomo. E ora stiamo raccogliendo qualche soddisfazione e, spero, sia solo l’inizio”.

Con un fratello in particolare condividi la stessa passione per l’atletica: ci riferiamo a Neka.
“Ho un bellissimo rapporto con tutti i miei fratelli. Mio fratello Neka fa anche lui atletica e sta avendo dei buoni successi e spero che anche per lui questo nuovo inizio sia solo una rampa di lancio”. “la famiglia ha fatto una buona parte, diciamo che lo sport in sé insegna tante cose. Ognuno è fatto a proprio modo, ad alcuni alcune cose vengono in automatico, ad altri meno. Non c’è bisogno per alcuni, ad altri serve invece studiare. Penso di essere un ragazzo normale a cui alcune cose vengono in automatico e se qualcuno vede in me delle qualità sono contento”.

Nonostante e con il lockdown sei riuscito a raggiungere un traguardo ambizioso, nel settembre del 2020.
“Ho raggiunto uno degli obiettivi che mi ero prefissati negli anni scorsi, nel 2019: quello di fare il record italiano nei 5000. Ed è arrivato in un momento particolare, dopo l’avvento della pandemia ma ero riuscito a lavorare tranquillo senza pensieri in testa, dopo l’annullamento delle Olimpiadi e addirittura cancellato gli Europei di Parigi ho curato alcune cose che nelle scorse stagioni non riuscivo a fare. A fine stagione è arrivato quel record italiano che mi aspettavo, dopo la gara a Montecarlo. Sono andato lì per fare il record e quella gara è andata in maniera totalmente diversa rispetto a quella del record”.

Che cosa significa avere una famiglia come la tua, visto che ne hai sottolineato l’importanza nel tuo percorso, per un’atleta del tuo livello?
“Mio papà era più sul calcio che sull’atletica. Poi mi ha indirizzato senza obbligarmi, perché nessuno deve essere obbligato visto che ogni bambino deve divertirsi e mai costretto. Ogni genitore deve capire che non conta il risultato ma supportarti. I miei genitori mi hanno seguito e sostenuto durante le gare, mio papà in particolare mi segue in tutte le gare che devo disputare. La cosa importante, per me, è che non cerca di entrare troppo nel merito: mio padre prima delle gare è più ansioso di me e mi trasmette la tensione, questo sì. Quando sento che mi sta facendo salire l’ansia, allora gli dico di starmi un po’ alla larga”.

VIRGILIO SPORT | 01-06-2021 12:40

Verso Tokyo, Yeman Crippa e quel record: "Era il mio obiettivo" Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...