Virgilio Sport

Antonio Conte al Tottenham: la rivelazione sull'addio all'Inter

Gli Spurs ufficializzano l'ingaggio dell'allenatore salentino, che si presenta così: "Orgoglioso di ripartire da qui. C'erano già stati contatti in estate dopo l'addio all'Inter, ma ero emotivamente provato".

Pubblicato:

Il periodo sabbatico di Antonio Conte è ufficialmente finito. L’ex allenatore dell’ Inter è infatti ufficialmente il nuovo tecnico del Tottenham Hotspur , che ha così individuato il sostituto dell’esonerato Nuno Espirito Santo .

Il Tottenham ufficializza l’ingaggio di Antonio Conte

“Siamo lieti di annunciare la nomina di Antonio Conte come nostro Head Coach con un contratto fino all’estate del 2023, con opzione di prolungamento”: questo lo stringato comunicato diramato dalla società londinese sul proprio sito ufficiale.

Il Tottenham è reduce da un disastroso avvio di stagione, con cinque vittorie e cinque sconfitte nelle prime dieci giornate della Premier League 2021-2022 ed una distanza già di 10 punti dal primo posto occupato dal Chelsea.

In verità la gestione di Espirito Santo , scelto la scorsa estate per prendere il posto di Ryan Mason, traghettatore dopo l’esonero di José Mourinho avvenuto ad aprile 2021, non era partita male, con tre vittorie nelle prime tre giornate di Premier, ma poi il rendimento della squadra è andato in picchiata e il tecnico portoghese ex Wolverhampton, fedelissimo di Jorge Mendes, ha pagato l’ultima, rovinosa sconfitta, per 3-0 in casa contro il Manchester United .

Antonio Conte rivela: “L’addio all’Inter mi ha segnato”

Immediate anche le prime dichiarazioni dello stesso Conte, che torna in Premier League tre anni dopo la fine dell’esperienza biennale al Chelsea , con un campionato e una FA Cup in bacheca:

Queste le prime parole dell’ex ct della Nazionale: “Sono estremamente felice di tornare ad allenare, e di farlo in un club di Premier League che ha l’ambizione di essere di nuovo protagonista”.

Antonio Conte ha poi svelato un retroscena circa i contatti avuti con gli Spurs in estate e la sua volontà di non tornare subito ad allenare dopo il traumatico distacco dall’ Inter .

“La scorsa estate la nostra unione non è avvenuta perché la fine del mio rapporto con l’Inter era ancora troppo recente ed emotivamente ero troppo coinvolto con la fine della stagione, quindi ho sentito che non era ancora il momento giusto per tornare ad allenare. Ma l’entusiasmo contagioso e la determinazione di Daniel Levy nel volermi affidare questo incarico avevano già colto nel segno. Ora che l’occasione è tornata, ho scelto di coglierla con grande convinzione”.

Antonio Conte, con il Tottenham missione Champions League

Antonio Conte va quindi ad allargare la “colonia” italiana del Tottenham, dove la scorsa estate era approdato Fabio Paratici nel ruolo di direttore sportivo.

L’ex Ceo della Juventus era subito stato chiamato ad affrontare lo spinoso caso legato ad Harry Kane e la volontà del centravanti di trasferirsi al Manchester City, ma poi il capitano della Nazionale inglese è rimasto nel North London e sarà, almeno per quest’anno, il punto di forza della rosa a disposizione di Conte, al quale la società chiede quantomeno la qualificazione alla prossima Champions League , per poi impostare un mercato aggressivo volto a tornare tra le big del calcio inglese ed europeo, sulla scia della finale di Champions giocata e persa nel 2019 contro il Liverpool.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...