Virgilio Sport

ATP Montecarlo, allarme Sinner: come sta Jannik dopo l'infortunio contro Tsitsipas? Bertolucci: "Va fermato"

I problemi fisici emersi in semifinale a Montecarlo stravolgono i programmi di Jannik: a rischio il Masters 1000 di Madrid, intoccabili Roma e Parigi. L'appello di Bertolucci.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

La sconfitta contro Stefanos Tsitsipas, le polemiche per una chiamata arbitrale che avrebbe potuto cambiare l’esito del match e soprattutto gli interrogativi sul futuro. Si è chiusa nella peggior maniera possibile l’avventura di Jannik Sinner a Montecarlo. La terra rossa rimane un tabù per il rosso di San Candido, che ha già declinato l’invito degli organizzatori del torneo di Barcellona e la cui partecipazione al Masters 1000 di Madrid adesso è da considerare a rischio. Tutta colpa di quei problemi fisici emersi nel finale del match contro il greco, in cui per due volte è dovuto intervenire il fisio.

Sinner, il problema alla fine della semifinale con Tsitsipas

Nel finale del terzo set Sinner prima ha iniziato a trascinare la gamba destra, poi ha richiesto l’intervento dello specialista indicandogli un punto poco sopra il ginocchio. Il sorriso e le battute al fisioterapista hanno inizialmente rincuorato tutti, poi però al rientro in campo si è visto che Jannik non era più in grado di spingere sulle gambe. Tantissimi e inusuali gli errori dell’altoatesino, costretto poi a inchinarsi a Tsitsipas, che sembrava a un passo dal baratro e invece s’è improvvisamente rigenerato. Quali sono le condizioni di Sinner? Quando farà il suo ritorno in campo?

Jannik a Roma e Parigi: ma adesso Madrid è a rischio

Lo stesso azzurro era stato chiaro alla vigilia: la priorità al momento è rappresentata dal Roland Garros. Già prima di incappare nei problemi fisici, Sinner aveva fatto sapere che avrebbe intensificato gli allenamenti per essere pronto allo Slam parigino. Anche a costo di non essere al top a Madrid (24 aprile-5 maggio) e anche a Roma (8-19 maggio). Probabilmente i crampi nel finale del match contro Tsitsipas determineranno una prudenza ancora maggiore. E siccome Roma è Roma, un appuntamento troppo importante per tutto il movimento perché Sinner possa decidere di saltarlo, allora a essere sacrificato potrebbe essere il torneo nella capitale spagnola.

Bertolucci perentorio in diretta: “Sinner va fermato”

Chi non ha dubbi sulle scelte da fare è Paolo Bertolucci, già in sede di commento post partita su Sky. L’ex capitano azzurro di Davis si è mostrato subito perentorio, al limite del drastico. In questo momento bisogna evitare guai peggiori: “Sinner va fermato”. Meglio non correre rischi, insomma, e lavorare per recuperarlo nel modo più opportuno. “Dopo il problema sono sopraggiunti i crampi, con certe cose non si scherza”. Peccato, intanto, non aver portato a casa la vittoria: “Mai un match di tennis era stato deciso da una svista arbitrale tanto evidente“.

Le battute su Tsitsipas e Panatta e le altre “perle” di Paolo

Bertolucci che, del resto, era apparso al solito ‘scatenato’ anche prima al fianco di Elena Pero in telecronaca. “Tsitsipas secondo me ha sbagliato abbigliamento, doveva invertirsi con Sinner. Il greco si è vestito tutto di arancione, come una carota. Sarebbe stato l’abbigliamento più giusto per Jannik ma evidentemente la sua azienda ha fatto una scelta differente”, la prima battuta. Seguita da un altra sull’amico Adriano Panatta, pure lui tra il pubblico: “Se ho visto Panatta in tribuna? Sì, l’ho visto purtroppo“. E ancora: “Che palla corta di Sinner. Però a uno gli viene pure un infarto…”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...