Virgilio Sport

ATP Montecarlo, qualificazioni: Nardi batte Pouille e avvicina il main draw, Cobolli ko con Nagal

Prima giornata di qualificazioni al Country Club: subito eliminato Cobolli, che non sfrutta 5 palle break e cede contro Nagal. Nardi regola senza affanni Pouille, ora sfida Muller.

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Parte col sorriso di Luca Nardi e l’amarezza di Flavio Cobolli la campagna monegasca del tennis azzurro. Quello che presenta 8 top 100 ai nastri di partenza tra tabellone cadetto e main draw, aspettando che Matteo Berrettini faccia il suo a Marrakech (gli basterà vincere la semifinale contro Mariano Navone per guadagnarsi il meritato ritorno tra i primi 100 del mondo). Quello che però ha già perso un pezzo, perché Cobolli sulla terra quest’anno non sta trovando il giusto feeling e per Sumit Nagal s’è rivelato fin troppo facile avere la meglio sul romano. Mentre Nardi ormai tutto quello che trova davanti lo passa al setaccio senza apparente difficoltà: comodo 6-4 6-3 a Pouille e qualificazione al turno decisivo per entrare nel main draw.

Cobolli sulla terra non ingrana: Nagal non fa sconti

Brucia un po’ la sconfitta di Cobolli, che già a Marrakech qualche difficoltà l’aveva palesata nel ritrovare il passo giusto sulla terra. Nagal è uno dei giocatori più difficili da affrontare, capace di adattarsi a tutte le superfici con straordinaria facilità, ma stavolta la battuta d’arresto del romano è sembrata un po’ troppo “pesante”, almeno per quelle che erano le attese della vigilia.

A fare la differenza è stato soprattutto il conto delle palle break: le tre che l’indiano ha avuto sulla sua racchetta le ha tutte trasformate in oro colato, mentre le 5 che Cobolli ha avuto a disposizione sono state tutte disinnescate. In un simile contesto, determinanti anche le percentuali al servizio (63% di prime servite ma appena col 58% di punti contro il 71% di Nagal), che in un match tutto sommato più equilibrato di quanto non dica il 6-2 6-3 finale hanno fatto tutta la differenza del mondo.

Per Cobolli la stagione europea sulla terra proseguirà a Barcellona, ma la settimana abbondante che la precederà dovrà servire per riordinare in fretta le idee.

Nardi senza limiti: nona vittoria in un mese (su 12 partite)

Il momento magico di Nardi invece prosegue senza indugio anche nel Principato, dove l’esordio è sembrato ricalcare le ultime prestazioni decisamente confortanti. Il recente vincitore del Challenger di Napoli ha messo in chiaro le cose da subito contro Pouille, che non sarà quello di un tempo (quando arrivò anche nella top 10 mondiale), ma rimane un giocatore piuttosto ostico da affrontare.

Nardi ha sofferto per lo più nei game d’apertura di entrambi i set, ma alla lunga è venuto fuori con costanza e incisività, trovando la nona vittoria nelle ultime 12 partite disputate (in pratica da inizio marzo in poi, tra Indian Wells, Miami, Napoli e Monte Carlo).

Il test è stato comunque probante: pur concedendo 8 palle break, Pouille ha strappato la battuta soltanto in un’occasione (contro le 3 del pesarese, che s’è procurato 9 palle break). Domani contro Alexandre Mueller per Nardi c’è l’occasione di replicare quanto fatto lo scorso anno nel Principato, dove ottenne la prima vittoria in un Masters 1000 contro Vacherot.

ATP Montecarlo, qualificazioni: Nardi batte Pouille e avvicina il main draw, Cobolli ko con Nagal Fonte: Ansa

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...