,,
Virgilio Sport SPORT

Australian Open, Nadal in calo fisico e un dato aiuta Berrettini

L'azzurro affronterà lo spagnolo in semifinale. L'unico faccia a faccia l'ha vinto il maiorchino ma il romano ha diversi motivi per giocare sereno.

27-01-2022 13:06

Matteo Berrettini contro Nadal può farcela. Il tennista romano, che ha conquistato la semifinale agli Australian Open, affronterà alle ore 4.30 italiane il campione spagnolo, in cerca del 21esimo Slam in carriera che gli permetterebbe così di superare i rivali Djokovic e Federer

Berrettini al top, Nadal in calo

Berrettini invece, dopo la finale storica conquistata a Wimbledon e persa contro Djokovic, sogna un’altra occasione per vincere uno Slam, ma il match con Nadal sarà difficile. Esatto difficile, non impossibile. Mettiamo da parte il curriculum, nettamente a favore del maiorchino e l’unico faccia a faccia tra i due, vinto dal 35enne nel 2019 agli US Open. Il romano è cresciuto molto in questi ultimi anni mentre Nadal, dall’ultimo Slam vinto (Roland Garros 2020) è decisamente calato. 

Australian Open, un dato aiuta Berrettini

Inoltre Nadal ha trionfato solo una volta agli Australian Open, nel lontano 2009. E c’è un dato recente che fa capire a Berrettini che davanti a sé non ha l’Everest da scalare: lo spagnolo, in Australia, non batte un top 10 dal 2017. Il romano, che dopo aver battuto Monfils è diventato il numero sei al mondo, può quindi appellarsi a questa statistica e puntare alla finale, che gli consentirebbe tra l’altro di scavalcare proprio il maiorchino nella classifica Atp e diventare così il numero 5.

Coach Nadal: “In semifinale ha perso quattro kg”

La semifinale ha anche distrutto fisicamente Nadal, come ha rivelato l’allenatore Carlos Moya: “Ha perso quattro chili dopo la partita contro Shapovalov, era molto disidratato. Non mi aspettavo che potesse vincere, è avvenuto un miracolo. Dalla fine del secondo set, Rafa ha avuto un crollo per un colpo di sole. Era morto. Ma siamo fiduciosi del fatto che per la semifinale potrà essere al 100%”.

Berrettini ha quindi diversi motivi per affrontare Nadal in serenità. Lo spagnolo parte favorito come è giusto che sia, ma l’azzurro deve avere la consapevolezza che l’avversario di domani si può battere. Con la giusta mentalità Berrettini può davvero sognare la finale e perché no, il primo Slam della carriera. Un passo alla volta, prima c’è la semifinale.

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...