,,
Virgilio Sport SPORT

Champions, Juve eliminata: non basta un grande Cristiano Ronaldo

La Juve batte per 2-1 il Lione grazie a una doppietta di CR7 ma è fuori.

La Juventus è fuori dalla Champions League. Niente Final Eight per la squadra di Sarri, che all’Allianz Stadium batte per 2-1 il Lione grazie alla doppietta di un grande Cristiano Ronaldo ma non riesce a completare la rimonta sui francesi: l’undici di Garcia passa in virtù della rete segnata in trasferta. 

I campioni d’Italia vanno in svantaggio dopo pochi minuti, dopo un rigore contestato segnato da Depay, faticano a reagire e si aggrappano a CR7: il fuoriclasse portoghese segna due gol che però non bastano a risollevare le sorti dei bianconeri. Dybala, infortunato, viene inserito alla ripresa da Sarri come mossa disperata, ma è costretto ad uscire poco dopo perché sente tirare il muscolo. E ora il mister toscano rischia di essere esonerato.

LA PARTITA

Primo tempo caratterizzato da due rigori molto dubbi: al 10′ l’arbitro Felix Zwayer assegna tra le proteste dei bianconeri un penalty agli ospiti per fallo di Bentancur ai danni di Aouar. Depay con il cucchiaio dagli undici metri batte Szczesny.

La Juve accusa psicologicamente il colpo e fatica a reagire. Bernardeschi ha una grande chance al 20′ ma spreca dopo una spettacolare azione personale, un minuto dopo è Ronaldo che di testa mette alto da buona posizione. I campioni d’Italia mantengono il possesso palla ma il ritmo è troppo basso, il Lione ha buon gioco a posizionarsi e a non lasciare varchi in difesa.

I minuti scorrono e solo nel finale di tempo finalmente la formazione di Sarri alza l’intensità e mette in crisi l’OL: al 40′ su punizione Ronaldo costringe Lopes a una grande parata in tuffo. 

Il pareggio bianconero arriva al 43′: l’arbitro Zwayer questa volta fa infuriare la squadra di Garcia, assegnando un rigore ai padroni di casa per un fallo di mano di Depay (alquanto dubbio) sulla punizione di Pjanic. Dal dischetto CR7 è implacabile e riapre il discorso qualificazione prima dell’intervallo firmando l’1-1.

Ripresa, la Juve fatica a cambiare passo ma la differenza la fa uno spiritato Cristiano Ronaldo, che da solo trascina la squadra. Al 60′ CR7 dà la scossa agli abulici bianconeri: il fuoriclasse portoghese con un bolide da fuori area sorprende Lopes e trova il 2-1 che porta gli uomini di Sarri a una sola rete dalla qualificazione.

Il gol subito spaventa il Lione, che comincia a giocare con meno confidenza e arretra il suo baricentro: Bonucci di testa al 63′ sfiora il terzo, al 68′ Higuain incorna fuori un traversone dello scatenato Ronaldo.

Al 70′ è il momento di Dybala, dentro per Bernardeschi. La Juve continua ad attaccare e sempre Ronaldo è il più pericoloso mandando fuori di poco di testa il pallone servito dalla Joya sugli sviluppi del corner.

Episodio contestato al 78′ nell’area di rigore juventina: Szczesny esce malissimo, e Rabiot chiude su Dembele forse fallosamente. L’arbitro lascia però correre, facendo infuriare Garcia.

Tegola per Sarri all’83’: la partita di Dybala dura solo 13 minuti, l’argentino è costretto ad uscire perché sente tirare il muscolo infortunato. Dentro al suo posto il giovane Olivieri, che quest’anno ha giocato in Serie C, nella Juve Under 23. 

L’assalto finale dei bianconeri è infruttuoso, Sarri si infuria per le perdite di tempo dei francesi (“It’s a shame”, “E’ una vergogna” dice in mondovisione) ma è fuori dalla Champions League.

OMNISPORT | 07-08-2020 23:00

Champions, Juve eliminata: non basta un grande Cristiano Ronaldo Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...