Virgilio Sport

La Juventus affonda contro il Maccabi, notte da incubo per Allegri. Le pagelle

La squadra di Massimiliano Allegri rimedia una bruttissima sconfitta in Champions League contro il modesto Maccabi. Ora Massimiliano Allegri rischia l'esonero

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

La Juventus affonda sul campo del Maccabi Haifa. In Champions League arriva una sconfitta che certifica il momento terribile della squadra di Massimiliano Allegri che ora vede anche molto distante la speranza di continuare il percorso europeo. Il primo tempo è la perfetta fotografia di una squadra che ha bisogno al più presto di una scossa. Starà alla società capire come darla.

Maccabi-Juventus: i momenti chiave

Pronti via e sono i padroni di casa del Maccabi a spingere subito fortissimo. La Juventus sembra in bambola e la conseguenza di una partenza da incubo è la rete di Atzili che porta in vantaggio gli israeliani dopo 7 minuti. Dopo un paio di minuti il Maccabi Haifa rischia anche di raddoppia ma la conclusione di Chery colpisce la traversa. Un incubo che prosegue al 24′ quando su uno scatto in contropiede Di Maria si ferma a chiede il cambio dopo un problema alla coscia destra. E il raddoppio arriva puntuale al minuto 43 con Atzili che beffa Szczesny.

Nella ripresa i bianconeri tornano in campo con un altro spirito e stringono i padroni di casa nella loro area rendendosi pericolosi con un colpo di testa di Rugani. La Juventus nei primi 20 minuti sembra poter trovare le risorse per rientrare. Ma la spinta emotiva non basta, la squadra di Allegri ci prova ma più di nervi che di tecnica. E finisce solo per sbattere contro il muro eretto dal Maccabi.

Juve da incubo: Allegri sempre più in bilico

Una prestazione da cancellare dalla memoria dei tifosi, il punto più basso come in tanti scrivono sui social. La gara con il Maccabi sembrava l’occasione per provare a rialzare la testa in ambito europeo. Invece sin dal fischio di inizio la squadra di Massimiliano Allegri dimostra di mancare anche dell’orgoglio e delle energie mentali necessarie per uscire fuori da questa situazione. I prossimi giorni potranno essere decisivi per capire che direzione prenderà la società bianconera. Ma quanto visto nei 90 minuti di Champions League certifica che la situazione è davvero complicata.

Maccabi-Juventus: Vlahovic abulico, Szczesny poco sicuro

Szczesny 5: difficile dire che i due gol subiti siano da attribuire a lui, ma il polacco non sembra nella sua migliore serata. Poco sicuro e non riesce a salvare i suoi.

McKennie 5: Allegri lo schiera come laterale al posto di Kostic. L’americano prova a farsi vedere ma è chiaro che in quella posizione fa fatica ed alla fine del primo tempo finisce anche la sua partita.

Di Maria 6: voto politico per l’argentino, la sua gara dura poco più di venti minuti poi arriva un infortunio che rischia di creare nuovi problemi ad Allegri e alla Juventus.

Paredes 5.5: doveva rappresentare l’uomo d’ordine e di equilibrio in bianconero, ma nella Juve del primo tempo mancano sia l’uno che l’altro.

Vlahovic 5.5: il linguaggio del corpo è quello che dovrebbe preoccupare di più; sembra avere poca voglia. Ma a dire la verità sono anche poche le occasioni in cui viene cercato nel modo giusto.

Atzili 7: una spinta costante nella difesa, non sempre attenta della Juventus. Sul primo gol è bravo nell’inserimento, il secondo è un autentico gioiello. In mezzo tante azioni pericolose.

Levi 7: in mezzo al campo la fa da dominatore prima contro Paredes e poi nella ripresa contro Locatelli. Probabilmente il migliore in campo.

Allegri 4: in campo ci vanno i calciatori, ma la verità è che quelli che schiera sembrano avere poche idee ed anche piuttosto confuse. Aveva chiesto una gara di lucidità ma forse in questo momento manca anche a lui.

Manca un rigore alla Juve: la serata dell’arbitro Lahoz

Non è stata una gara particolarmente difficile per Lahoz. L’arbitro spagnolo riesce a tenere sotto controllo la partita senza grandi preoccupazioni. Pochi gli episodi da segnalare, il fischietto lascia correre su molti contatti anche quello su Cuadrado che apre le porte al 2-0 del Maccabi. Manca però un evidente calcio rigore a favore della Juventus per un fallo commesso ai danni di Cuadrado. Voto 5

Il tabellino

Maccabi Haifa (4-3-3): Cohen; Sundgren, Batubinsika, Goldberg, Cornud (26′ st Menahem); Levi, Mohamed (41′ st Chibota), Chery; Atzili (21′ st Seck), Pierrot (41′ st Rukavytsya), David (26′ st Abu Fani). All. Bakhar

Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo (23′ st Kean), Bonucci, Rugani, Alex Sandro (29′ st Soulè); Cuadrado, Paredes (1′ st Locatelli), Rabiot, McKennie (1′ st Kostic), Di Maria (24′ pt Milik), Vlahovic. All. Allegri

Arbitro: Lahoz (Spa)

Reti: 7′ pt e 43′ pt Atzili (M)

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...