Virgilio Sport

Champions, Agnelli si sfoga dopo Maccabi-Juve: la decisione su Allegri

Dopo l'ennesima sconfitta della Juventus in Champions, Agnelli ha dichiarato di vergognarsi ma Allegri resterà in panchina. Nel frattempo, squadra in ritiro.

Pubblicato:

La Juventus proprio non va, in campionato ma asoprattutto in Champions League. Contro il Maccabi, i bianconeri hanno perso 2-0 e adesso, con soli 3 punti conquistati in quattro match, gli ottavi sono lontanissimi. Come se non bastasse, si è fatto male anche Di Maria. Allegri però è stato confermato.

La Juventus sprofonda contro il Maccabi, le parole di Agnelli

Al termine del match, il presidente della Juventus Agnelli ha voluto prendere parola: “Serata difficile in un periodo difficile – le sue parole a Sky -. Sicuramente uno dei più complicati da quando sono presidente. Sono qui per assumermi le mie responsabilità, perché provo vergogna e rabbia per quello che sto vedendo. Il calcio però è uno sport di squadra, si gioca e si perde tutti insieme e da questo dobbiamo ripartire”.

Juventus quasi fuori dalla Champions, ma Agnelli conferma Allegri

Agnelli però non vuole prendere provvedimenti per la panchina: “Fiducia in Allegri? Assolutamente, è una questione di gruppo, non di un solo uomo. Abbiamo 9 partite in 30 giorni e dobbiamo posizionarci bene, la seconda parte della stagione dovrà vederci protagonisti. Analogie con il ritorno di Capello al Milan? Ricordo anche grandi ritorni di allenatori, come quello di Lippi. È un problema di atteggiamento generale, abbiamo giocato tante partite con squadre abbordabili sulla carta, ma che non si sono dimostrate tali. Dobbiamo provare vergogna e chiedere scusa ai tifosi, che fanno fatica a girare per strada. Dobbiamo raggrupparci, perché le qualità per uscirne le abbiamo tutte.

Infine, Agnelli spiega come la conferma di Allegri non sia legata all’onerosità del suo contratto: “Non può essere colpa dell’allenatore se non riusciamo a vincere un tackle. Faccio fatica a pensare a un cambio in corsa, lui rimarrà, i conti la Juve li fa sempre a fine anno. C’è un gruppo di 80-90 persone che deve ritrovare la propria identità e ritrovare le proprie qualità”.

Juve in crisi, il pugno duro di Allegri: “In ritiro fino al derby”

Dopo le parole di Agnelli invece, Allegri ha annunciato: “Domani restiamo in ritiro alla Continassa fino al derby, è un atto dovuto alla società, ai tifosi e ai noi stessi. C’è solo da fare silenzio, è stata una prova non all’altezza soprattutto dal punto di vista caratteriale. Torniamo a casa, dobbiamo lavorare ancora di più e stare zitti. Non è una questione di scossa ma di compattezza, dobbiamo tornare a essere squadra”.

Il presidente Agnelli ha detto ‘vergogna’? Ha ragione – ha proseguito Allegri nel post partita di Maccabi-Juve – Il primo tempo è stato tra i peggiori mai giocati. Non abbiamo fatto nulla e ci hanno messo in difficoltà dall’inizio. Ogni tanto serve restare in ritiro, abbiamo più tempo per riposare e lavorare. Mai pensato alla dimissioni? No. Quando una sfida diventa più difficile è ancora più bella. Bisogna uscirne con coraggio, voglia e passione”.

Champions, Agnelli si sfoga dopo Maccabi-Juve: la decisione su Allegri Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...