Virgilio Sport

Pagelle Viktoria Plzen-Fiorentina 0-0: cechi invalicabili in difesa, Dodò il migliore

Top e flop della gara d'andata dei quarti di Conference League: non brilla Belotti, Terracciano mai impensierito. Il pareggio rinvia tutti i discorsi al match del Franchi.

Pubblicato:

Ylenia Cucciniello

Ylenia Cucciniello

Football Specialist

Giovanissima e appassionatissima di tutto lo sport: scrive di calcio giocato ma non rinuncia allo sguardo sull'extra campo, dove spesso si trovano risposte che il rettangolo verde non riesce a restituire

Solo 0-0 alla Doosan Arena nel primo match del doppio confronto dei quarti di finale di Conference League tra Viktoria Plzen e Fiorentina. La formazione di Italiano, nonostante il possesso palla, non è riuscita mai a trovare spazi di fronte un solido Plzen che resta imbattuto nell’attuale torneo. Testa al ritorno tra il club ceco e la formazione gigliata, in programma giovedì 18 aprile allo stadio Artemio Franchi, con calcio d’inizio alle 18:45.

La chiave della partita

La Fiorentina ha iniziato il match cercando il possesso palla e ha lavorato pazientemente per consolidarlo nel corso del primo tempo. Tuttavia, la formazione di Italiano ha faticato a trovare spazi a causa della chiusura serrata dei padroni di casa, che hanno preferito puntare sulle ripartenze. Di fatto, il Plzen ha avuto l’occasione più nitida dei primi 45 minuti con una ripartenza poi non concretizzata dall’ex Udinese Vydra. Nonostante la Viola abbia collezionato numerosi cross, molti dei quali imprecisi, non è riuscita a mettere in difficoltà la difesa avversaria, che continua ad essere l’assoluto punto di forza della squadra di Koubek.

Nella ripresa non è cambiata la trama. Vincenzo Italiano, dopo 25 minuti, ha optato per le prime sostituzioni, cambiando prima punta e trequartista con Barak e Nzola con la speranza di trovare più idee. Successivamente, ha provato a dare un’ulteriore scossa ai suoi con gli ingressi di Lopez, Kouame e Ikonè, ma non c’è stato alcun effetto di fronte a un Plzen che, nonostante le tante assenze, con il passare dei minuti ha ulteriormente consolidato la sua difesa fino al triplice fischio.

Rivivi le emozioni di Viktoria Plzen-Fiorentina

Top e flop del Viktoria Plzen

  • Jedilicka 6: Non viene mai realmente impensierito dalla formazione gigliata. Sul tentativo di Beltran sventa la minaccia in due tempi.
  • Sulc 5.5: Dimostra subito la sua voglia di rendersi protagonista, ma paga qualche imprecisione. Avanza dopo l’ingresso di Traoré, ma non cambia le carte in tavola..
  • Reznik 6: Sbaglia le misure di un cross e spreca una ripartenza velenosa dove la Viola è parsa piuttosto scoperta. Per il resto, la sua prestazione è in linea con quella dei suoi compagni. (51′ st Paluska ng)
  • Chory 5.5: Tante chance, ma viene anticipato dai giocatori gigliati. L’occasione più nitida per lui è un destro velenoso nella ripresa, ma comunque viziato da un fallo ai danni di Gonzalez. (49′ st Kliment ng)
  • Vydra 6: Dialoga con Sulc e l’ex Udinese sfiora il gol alla prima vera occasione del match, ma il suo piattone destro termina di poco fuori. (17′ st Traoré 5.5)

Le pagelle della Fiorentina

  • Terracciano 6: Si fa trovare pronto quando chiamato in causa. Trema solo sulla conclusione di Vydra.
  • Dodò 6.5: Gara di sacrificio rendendosi protagonista in fase difensiva e offensiva. Prova spesso ad azionare Nico Gonzalez e resta vivo fino al triplice fischio. Il migliore tra i suoi.
  • Milenkovic 6: Compie un ottimo intervento difensivo su Chory dopo il rinvio lungo di Jedilicka. Gara attenta.
  • Martinez Quarta 6: Prova a sorprendere il Plzen con un gran tiro da fuori area, terminato di poco alto sulla traversa. Bravo in scivolata su Chory. Prestazione senza errori.
  • Biraghi 6: Non rischia in fase difensiva. Avrebbe potuto far di più in quella offensiva.
  • Arthur 6: Recupera palloni ed è pronto a fermare le ripartenze degli avversari. Si fa vedere con un destro che termina largo. (33′ st Lopez 5.5)
  • Mandragora 6: Alle stelle il tentativo da fuori area nel corso del primo tempo, ma si riscatta propondendo un buon cross per Belotti. Non brilla.
  • Gonzalez 5.5: Viene sempre anticipato dagli avversari e di conseguenza non riesce a creare. (40′ st Ikone ng)
  • Beltran 5.5: Così così nel primo tempo. Cresce nella ripresa ma non riesce a trovare alcuno spazio. (24′ st Barak ng: Non riesce a cambiare la trama del match)
  • Sottil 5.5: Come suo solito confeziona cross interessanti, seppur alcuni siano stati un po’ imprecisi. (33′ st Kouamé 5.5)
  • Belotti 5: Brucia Jemelka sul cross di Mandragora e arriva debolmente di testa. Quando riesce ad arrivare sui palloni, però, non fa la differenza. (24′ st Nzola 5.5: Anche lui non riesce a fare la differenza)

Il tabellino

MARCATORI: -.

VIKTORIA PLZEN (3-4-1-2): Jedilicka; Hranac, Hejda, Jemelka; Reznik (51′ st Paluska), Cerv, Kalvach, Cadu; Sulc; Chory (49′ st Kliment), Vydra (17′ st Traoré). A disp. Tvrdon, Paluska, Deml, Doubek, Lorincz. All. Koubek.

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano; Dodo, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi: Arthur (33′ st Lopez), Mandragora; Gonzalez (39′ st Ikone), Beltran (24′ st Barak), Sottil (33′ st Kouame); Belotti (24′ st Nzola). A disp. Christensen, Ranieri, Infantino, Faraoni, Duncan, Kayode, Parisi. All. Italiano.

ARBITRO: Orel Grinfeeld (ISR)

NOTE: Ammoniti: Cadu, Reznik, Ikonè, Chory. Recupero: 1′ pt; 6′ st.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...