Virgilio Sport

Da Mancini a Tamberi, il sindaco di Pesaro Matteo Ricci: "La Regione Marche cambi testimonial"

Il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, propone di affidare a Gimbo Tamberi l'incarico di testimonial della Regione Marche al posto di Roberto Mancini. La replica del governatore.

28-08-2023 20:37

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Da orgoglio marchigiano a testimonial “scomodo”: anche i corregionali di Roberto Mancini scaricano l’ex Ct azzurro dopo l’ufficialità del suo passaggio alla guida della nazionale dell’Arabia Saudita. È il caso addirittura di un sindaco e non di una città di secondo piano. Matteo Ricci, primo cittadino di Pesaro, lancia la singolare proposta ai “colleghi” della Regione Marche: sostituire il Mancio con Tamberi nel ruolo di testimonial e campione-immagine.

La proposta: via Mancini, Tamberi testimonial delle Marche

Per il sindaco di Pesaro, dopo il clamoroso voltafaccia alla nazionale azzurra, gli spot con l’immagine di Roberto Mancini finirebbero paradossalmente col danneggiare l’immagine della regione. “Propongo alla Regione Marche di recedere dal contratto che vede Mancini nostro testimonial turistico e di sostituirlo con Gianmarco Tamberi“, le dichiarazioni di Ricci riportate da vari organi d’informazione. “Abbiamo bisogno di messaggi e testimonial positivi e unificanti, non divisivi”. E chi meglio del neo campione del mondo – e di tutto – fresco reduce dall’exploit a Budapest.

Il sindaco di Pesaro e le dure parole a indirizzo del Mancio

Non è tutto però per il Mancio, perché il primo cittadino pesarese incalza: “Alla faccia della Patria. Brutta e triste la vicenda di Mancini e la nazionale. Molte scuse, quando in fondo era solo questione di milioni, i tanti che intascherà per andare ad allenare l’Arabia Saudita”. E ancora: “La nazionale non dovrebbe essere trattata come un club”. E infine: “Mancini, che va ringraziato per l’Europeo vinto, ha scelto di arricchirsi ulteriormente dando poca importanza alla sua immagine, che ne esce danneggiata da questa vicenda”.

Il presidente della Regione Acquaroli: Mancini non si tocca

Da qui la proposta di sostituire l’ex campione con Gimbo. Proposta, però, subito archiviata dal presidente della Regione, Francesco Acquaroli. “Ogni stagione, anche nello sport, ha un inizio e una fine, non sta a me addentrarmi in giudizi che non mi competono – – spiega il governatore su Facebook – e che non riguardano il rapporto tra la Regione Marche e Roberto Mancini, che continuerà anche in futuro, su nuove strategie di promozione mirate oggi più che mai anche ai mercati esteri, come abbiamo fatto con il lancio della campagna ‘Let’s Marche!’. La scelta dei testimonial non deve dividere, o mettere in contrapposizione figure che amano le Marche, deve essere un percorso costruttivo”.

Tamberi a Dazn: “Sarebbe un onore fare quello che ha fatto Mancini”

Ma il diretto interessato che ne pensa? Intervenuto a Dazn, il campione del mondo di salto in alto ha usato parole di buon senso: “Da parte mia sarebbe un onore fare quello che ha fatto Mancini, per me è già un onore essere accostato a un campione come lui”. Quindi un clamoroso scoop strappato da Pierluigi Pardo: “Tifo Juventus perché mio padre è interista. Ma in realtà seguo poco il calcio”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Roma - Torino
Fiorentina - Lazio

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...