Virgilio Sport

Dario Sonda non ce l'ha fatta: l'ex iridato di ciclismo è morto a 31 anni

L'ex campione iridato juniores nel 2009 aveva poi lasciato l'anno successivo: Dario Sonda è scomparso a seguito delle lesioni riportate in un drammatico incidente stradale

Pubblicato:

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Dario Sonda non ce l'ha fatta: l'ex iridato di ciclismo è morto a 31 anni Fonte: Facebook

La scomparsa di Dario Sonda è arrivata dopo un’attesa estenuante, ma affidata a un filo di speranza incancellabile per chi, come lui, aveva imparato la disciplina del sacrificio e la tenacia nella sua carriera in bicicletta. Da venerdì scorso, l’ex campione lottava, dopo essere stato coinvolto in un grave incidente stradale a Romano d’Ezzelino, non lontano da Vicenza.

Ancora una volta, lo sport e il movimento del ciclismo sono colpiti da un grave lutto, l’ennesimo.

L’incidente che ha ucciso Dario Sonda

Secondo la ricostruzione de Il Giornale di Vicenza, lo scontro in ci è rimasto coinvolto Sonda è avvenuto a pochi metri dalla sua abitazione, da cui era partito per andare a lavoro e coprire il turno di notte.

La Vespa sulla quale viaggiava si è schiantata contro una Bmw che procedeva nel senso opposto di marcia, che l’ex campione non è riuscito ad evitare: sbalzato in aria dopo l’impatto, violentissimo, è rimasto privo di sensi sull’asfalto.

Subito soccorso dal 118, Sonda è stato trasferito immediatamente in ospedale a causa delle gravità delle condizioni che sono parse subito molto critiche. L’annuncio della sua morte, purtroppo, è arrivato nella notte tra domenica e lunedì e ha destato emozione tra gli ex compagni delle due ruote e tra gli appassionati di rally, sua nuova passione.

La carriera di Sonda: campione del mondo e poi il ritiro

A diffondere la notizia è stata l’Unione Ciclisti Trevigiani, per cui Sonda aveva gareggiato. Nel 2009 era stato fra l’altro campione del mondo dello “scratch” tra gli juniores prima di ritirarsi e dedicarsi ai motori, sua seconda grande passione sportiva.

Dopo una carriera promettente nelle varie categorie giovanili nello stesso anno, per lui, anche cinque vittorie su strada, si era però ritirato dall’agonismo già l’anno dopo, alla prima stagione tra gli under 23 nell’Uc Trevigiani Dynamon Bottoli, in seguito ad alcuni problemi fisici.

Il ricordo della sua squadra sui social

Proprio la sua squadra, gli ha dedicato un lungo post che ne ha tratteggiato il carattere, umano e sportivo, in ricordo di un ideale che aveva inseguito con quella maglia e che rimane, oggi, una testimonianza per la moglie Giulia e i due figli piccoli.

“APRIAMO LA SETTIMANA CON UNA TRISTE NOTIZIA. ADDIO DARIO. L’EX IRIDATO SONDA NON CE L’HA FATTA. ALLA FAMIGLIA VANNO LE PIÙ SENTITE CONDOGLIANZE DELL’UC TREVIGIANI ENERGIAPURA MARCHIOL
Purtroppo Dario Sonda non ce l’ha fatta. Il trentunenne bassanese, che amava il ciclismo ed era stato campione del mondo dello scratch tra gli juniores, è morto in seguito alle gravissime lesioni riportate in un incidente stradale: in sella al suo scooter, venerdì sera si stava recando al lavoro, per il turno di notte alla Special Springs srl di Romano d’Ezzelino, quando si è scontrato con un’auto, una Bmw, che sopraggiungeva in direzione opposta e che aveva avviato una manovra di svolta è stato violentissimo.
Immediatamente soccorso, Dario era stato portato in ospedale a Vicneza ma le sue condizioni erano apparse subito gravissime. Purtroppo oggi il suo cuore si è fermato.
Dario lascia la moglie Giulia e i due piccoli figli. A loro e alla famiglia Sonda giungano le condoglianze della nostra redazione. Alla famiglia vanno le più sentite condoglianze dell’Unione Ciclisti Trevigiani Energiapura Marchiol”.

La dedica della sua Cassola

Altrettanto sentito, il post pubblicato dal Comune di Cassola, nella tarda mattinata di lunedì 2 maggio, che raccoglie anche le praole che il sindaco ha dedicato a Dario Sonda.

DARIO NON CE L’HA FATTA, LUTTO NELLA COMUNITA’ CASSOLESE.

Dario Sonda non ce l’ha fatta. Vittima di un gravissimo incidente stradale il giovane cassolese, già campione del mondo di ciclismo nella categoria Scratch, è spirato ieri, a soli 31 anni, all’ospedale San Bortolo di Vicenza a seguito dei gravi traumi riportati nello scontro. la notizia della sua morte, così tragica e improvvisa, è stata accolta con profonda tristezza e grande commozione da tutta la comunità di Cassola, di cui Dario faceva parte da sempre.

L’amministrazione comunale esprime cordoglio per la questa tragedia e si stringe alla famiglia del suo sfortunato concittadino, che lascia la moglie Giulia, due bimbi piccoli, la madre Marivana e la sorella.

“Questa perdita è un dolore inconsolabile – commenta il sindaco Aldo Maroso -; conoscevo Dario non solo per i suoi meriti sportivi; era un ragazzo che stava affrontando la vita con la speranza di chi crede con forza nel futuro e nella capacità di costruirlo”.

“Ci rattrista infinitamente la perdita di un giovane che in 31 anni era già riuscito a costruire una vita così piena – aggiunge l’assessore allo sport Marta Orlando Favaro -, con i suoi successi sportivi e la dedizione verso la sua famiglia”.

Il post del ciclista Andrea Guardini

Sui social, in una sorta di condensato diario dei ricordi di amici e persone che lo avevano conosciuto, sebbene in soli 31 anni, Dario Sonda è sempre ricordato con un affetto straordinario. Anche il compagno di strada, Andrea Guardini, gli ha voluto dedicare un pensiero per quel tratto di vita intrecciato, in bicicletta.

“Ti ricorderò così. Con la sua Visual Rosa shocking che ben descriveva già allora la tua personalità da cavallo pazzo a cui piace rimanere fuori dagli schemi RIP Dario Sonda! E condoglianze a tutta la tua giovane famiglia”, il messaggio che ha desiderato condividere Guardini, accanto a una foto che mostra Donda in sella a quella bici straordinaria. All’inseguimento di un sogno.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...