,,
Virgilio Sport SPORT

Diaconale traduce Lotito: Non è sfida alla Juventus

Il portavoce della Lazio chiarisce i contenuti dell'intervista a Repubblica

Ha fatto assai rumore l’intervista rilasciata a Repubblica da Claudio Lotito. Il presidente della Lazio ha seccamente bocciato l’ipotesi playoff, non considerando Inter e Atalanta all’altezza della sua squadra e della Juve, per il distacco che hanno in classifica, e ha aperto le porte a un’eventuale scontro diretto con i bianconeri nel caso non si riuscissero a completare le 12 giornate mancanti in serie A.

La polemica dei tifosi dopo le parole di Lotito

Sui social le frasi di Lotito sono rimbalzate sin dalla mattinata e la maggioranza dei fan, non solo quelli di Inter e Juve, hanno preso le distanze dall’idea spareggio-scudetto.

Diaconale chiarisce il pensiero di Lotito

Intervenendo prima a Lady Radio e poi scrivendo il suo consueto punto sui social, ha detto la sua anche il portavoce della Lazio, Arturo Diaconale, che ha “tradotto” il pensiero di Lotito: “ha semplicemente ribadito la necessità di una ripresa dell’attività, per salvaguardare l’economia del calcio in generale. Invece è stato trasformato come un guanto di sfida alla Juventus sull’eventuale assegnazione dello scudetto, è stata solamente un’ipotesi”.

Il Presidente vuole giocare per difendere il sistema, non per suoi interessi personali….Sono settimane che il Presidente porta avanti questo discorso. Ci sono molte contraddizioni su questa Fase 2, i calciatori non potranno allenarsi individualmente nei centri sportivi delle proprie squadre, con tutti i distanziamenti sociali, ma invece possono farlo in un parco pubblico.

Il latinorum di Claudio Lotito

Arturo Diaconale ha poi ribadito il concetto all’interno del suo consueto Taccuino Biancoceleste: “L’aver citato da parte di Claudio Lotito a proposito della ripresa del calcio il panem et circenses ha scatenato le solite ironie dei sapientini dei media politicamente corretti che, come spesso capita, non hanno compreso che la citazione latina del Presidente della Lazio non era una esibizione di cultura classica ma un riferimento esplicito alla funzione sociale svolta nel coso dei secoli prima dai giochi nelle grandi arene presenti in tutte le città dell’impero romano e successivamente dalla fine dell’Ottocento fino all’intero secolo passato ed all’avvio del terzo millennio dal gioco del calcio.

In particolare, Lotito, nella intervista alla Rai si riferiva alla iniziativa promossa dalla Onlus So.Spe di suor Paola e sostenuta dalla S.S. Lazio e che consiste nella distribuzione settimanale di pacchi viveri da parte dei volontari di suor Paola e di giocatori biancocelesti alle famiglie meno abbienti finite in difficoltà a causa del coronavirus.

La citazione di Lotito, in sostanza, era di supporto alla sua richiesta di rimettere al più presto in movimento una macchina capace di dare vita a tali prodotti e di scongiurare il rischio che un fermo troppo prolungato possa provocare più danni di quelli già causati in abbondanza dal coronavirus.

SPORTEVAI | 27-04-2020 12:32

Diaconale traduce Lotito: Non è sfida alla Juventus Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...