Virgilio Sport

Donnarumma, non solo Juventus: ci prova un'altra big della Serie A

José Mourinho telefona direttamente al portiere della Nazionale in uscita dal Milan per convincerlo a trasferirsi alla Roma: Mino Raiola però fa resistenza e propone un'alternativa al tecnico portoghese.

Pubblicato:

L’inizio dell’Europeo si avvicina e il futuro di Gigio Donnarumma resta avvolto nel mistero. Tanto il portiere in uscita dal Milan quanto il suo agente Mino Raiola e il ct della Nazionale Roberto Mancini vorrebbero che il nome della nuova squadra del portierone azzurro fosse noto prima del via dell’avventura dell’Italia ad Euro 2020, fissato per l’11 giugno contro la Turchia all’Olimpico di Roma, ma i giorni passano e le squadre interessate alle prestazioni di Donnarumma aumentano. Non solo all’estero.

Se infatti sono almeno tre i top club extra Serie A che stanno pensando ad assicurarsi il quasi ex guardiano dei pali del Milan a parametro zero, ovvero Paris Saint-Germain, Manchester United e Real Madrid, la novità del giorno arriva da Roma, perché i giallorossi sembrano decisi a fare concorrenza alla Juventus, convinta dal canto proprio di essere l’unica squadra italiana interessata a Super Gigio.

Secondo quanto riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’, infatti, a scendere in campo è stato direttamente José Mourinho, che ha contattato in prima persona Donnarumma per sondarne la disponibilità a trasferirsi in giallorosso.

Del resto che la nuova Roma abbia proprio nella ricerca di un portiere una delle prime necessità del proprio mercato non è un mistero, visto il deludente rendimento di Pau Lopez, già inserito dallo Special One nella lista dei giocatori da cedere.

La proprietà della Roma sembra disposta a dare carta bianca a Mourinho per il rafforzamento della squadra, all’interno ovviamente di un certo limite di spesa. Nel caso di Donnarumma la tentazione sarebbe forte, perché l’investimento non riguarderebbe il cartellino, ma solo l’ingaggio di un giocatore giovane e ai vertici mondiali nel proprio ruolo.

Così i 10 milioni netti di stipendio chiesti da Mino Raiola per il proprio illustre assistito non spaventano i Friedkin. Semmai a rendere complicato l’affare potrebbe essere l’elevato ammontare della commissione richiesto da Raiola, oltre che la volontà dello stesso manager italo-olandese, più ancora che di Donnarumma, di dirigersi verso squadre dal maggior appeal e in grado di garantire a Gigio la vetrina del debutto in Champions League, competizione che il portiere si è guadagnato sul campo il diritto di giocare conquistando la qualificazione con il Milan.

Raiola potrebbe così offrire alla Roma un altro estremo difensore della propria scuderia, Alphonse Areola, di proprietà del Psg e reduce da una stagione in prestito al Fulham. Mourinho, però, vuole puntare al bersaglio grosso…

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...