Virgilio Sport

È morto Maurizio Zamparini: ha fatto grande il Palermo e scoperto Dybala

L'ex presidente dei rosanero e del Venezia è scomparso a Ravenna a 80 anni: a Natale era stato operato d'urgenza all'addome.

01-02-2022 08:30

Il mondo del calcio è in lutto. All’età di 80 anni è infatti morto Maurizio Zamparini, ex presidente di Venezia e Palermo e dirigente tra i più noti ed apprezzati negli ultimi 30 anni di storia del pallone italiano.

Maurizio Zamparini è morto, le cause del decesso

Zamparini è spirato nella notte di martedì 1° febbraio presso la clinica di Cotignola, in provincia di Ravenna, dove era ricoverato da qualche giorno. Alla vigilia di Natale era stato ricoverato in terapia intensiva a Udine, sua città natale, ed era stato operato d’urgenza per una peritonite presso l’ospedale Santa Maria della Misericordia.

Domenica 26 dicembre Zamparini aveva lasciato il reparto di terapia intensiva prima di venire dimesso grazie allo stabilizzarsi delle sue condizioni, prima che un nuovo aggravamento consigliasse un altro ricovero, che non è purtroppo bastato per salvargli la vita.

Zamparini, l’epopea con il Palermo e la tragica scomparsa del figlio

Nell’ottobre scorso, a causa di un malore improvviso, era morto a Londra dove si trovava per studio Armando, il figlio 22enne di Zamparini, ritrovato senza vita da una governante nella sua camera. Un lutto improvviso dal quale l’ex dirigente non si sarebbe più ripreso.

Zamparini era entrato nel calcio nel 1986 alla guida del Pordenone, all’epoca in Serie C e presto ceduto per acquisire nel 1987 il Venezia, riportato in Serie A nel 1998 dopo 31 anni dopo la fusione con il Mestre.

Poi l’avventura con il Palermo, acquistato nel 2003, riportato in A dopo 31 anni e protagonista sotto la gestione di Zamparini delle migliori annate della propria storia, con due qualificazioni alle coppe europee, la qualficazione alla Champions League sfiorata e la finale di Coppa Italia persa nel 2011 contro l’Inter.

Da Cavani a Dybala: i talenti scoperti da Maurizio Zamparini

Oltre che imprenditore e appassionato di calcio, Maurizio Zamparini, uscito dal calcio dopo la travagliata cessione del Palermo avvenuta nel 2018, prodromo del fallimento del club rosanero ripartito poi dalla Serie D, è stato anche un grande intenditore e proprio grazie al proprio fiuto calcistico è passato alla storia per aver scoperto e valorizzato talenti poi entrati nel gotha del movimento italiano e mondiale, acquistati dai club di Zamparini spesso per iniziativa diretta del patron prima ancora che per l’opera dei direttori sportivi.

Da Alvaro Recoba, il cui arrivo in prestito dall’Inter nel 1999 fu alla base della miracolosa salvezza del Venezia dopo un girone d’andata da neopromossa, ai tanti giocatori diventati grandi a Palermo.

La lista è lunga, da Luca Toni a Fabrizio Miccoli, fino a Edinson Cavani, acquistato per 5 milioni e rivenduto a 22 al Napoli nel 2010, e Paulo Dybala, ceduto alla Juventus nel 20165 per 40 milioni.

 

È morto Maurizio Zamparini: ha fatto grande il Palermo e scoperto Dybala Fonte: ANSA Foto

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Sassuolo - Empoli
Salernitana - Monza
SERIE B:
Cremonese - Palermo
Brescia - Reggiana
Sudtirol - Bari
Cittadella - Catanzaro
Ternana - Lecco
Pisa - Venezia
Como - Parma

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...