Virgilio Sport

Europei di Roma, 10 km: ko Paltrinieri ma ci sono due medaglie azzurre

La squadra italiana si conferma straordinaria negli Europei di casa e anche se SuperGreg non va oltre il settimo posto Acerenza vince l'oro e Taddeucci tra le donne l'argento.

Pubblicato:

Nella 10 km in acque libere degli Europei di Roma Gregorio Paltrinieri accusa una forse inevitabile giornata storta ma ci sono comunque enormi soddisfazioni per un’Italia dalle qualità pressoché infinite.

Europei: Acerenza oro approfittando del crollo di Paltrinieri

Domenico Acerenza, l’eterno piazzato, ha infatti approfittato della crisi di SuperGreg, e dopo un argento mondiale sui 10 km a Budapest il mese scorso e un argento continentale sui 5 km di ieri, oltre al bronzo europeo nei 1500 stile libero in vasca dell’anno scorso, va a prendersi il tanto sospirato oro individuale, lui che ne ha al collo uno ma a squadre agli Europei di Budapest del 2021. 1h50’33”6 il tempo di Acerenza che ha battuto di 3”7 e di 5”5 i francesi Marc-Antoine Olivier, argento, e Logan Fontaine, bronzo, mentre Paltrinieri, molto in difficoltà col mare mosso, è arrivato settimo a quasi 40 secondi dal compagno di squadra. Tredicesimo Andrea Manzi.

Europei: Taddeucci argento tra le donne

Nella gara femminile Ginevra Taddeucci ha conquistato una splendida medaglia d’argento cedendo solo nel finale alla tedesca Leonie Antonia Beck, oro in 2h01’13”4, 1”8 di vantaggio sull’azzurra. Il bronzo va alla portoghese Angelica André, staccata di 3”2, che brucia di due soli decimi l’olandese Sharon Van Rouwendal, che sembrava l’avversaria più pericolosa per Taddeucci ma che invece è crollata nel finale. Quinta e settima Rachele Bruni e Giulia Gabbrielleschi, bronzo nella 5 km di ieri, che completano un’ottima prestazione collettiva per la squadra azzurra femminile.

Europei: le parole di Paltrinieri e Acerenza

Ecco le dichiarazioni prima di Paltrinieri e poi di Acerenza al termine della 10 km.

Paltrinieri: “C’era un mare bestiale, faccio tanta fatica in queste condizioni e cercare di recuperare l’ungherese che era davanti mi ha distrutto, erano condizioni difficili. Ho cercato di resistere ma non ne avevo più perché è stata complicata dall’inizio e a metà gara me ne sono reso conto. Sono contentissimo per Mimmo, molto meglio che abbia vinto lui che uno degli altri nella lista partenti. Ha fatto grandi miglioramenti e questa vittoria se la merita tutta. Io ho provato a stare lì ma non ce l’ho fatta”.

Acerenza: “Il secondo posto non mi andava più bene. Volevo vincere e oggi ho dato tutto ma sono arrivato alla fine distrutto. Il mare alto? Le acque aperte sono queste, bisogna sapersi adattare”.

Tags:

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...