,,
Virgilio Sport SPORT

F1: "Attento Schumacher", il duro avvertimento per Mick

Il figlio del grande Michael riporterà il cognome di casa Schumi tra le stradine di Monaco ma dovrà stare attento

Conto alla rovescia per il Gran Premio di Monaco di Formula 1 che torna dopo un anno di pausa, causa covid. Tra i più attesi in pista, al di là del duello per il titolo tra Hamilton e Verstappen, e la caccia delle Ferrari di Sainz e Leclerc al primo podio della stagione per Maranello, c’è sicuramente Mick Schumacher che riporta il suo cognome tra le stradine del Principato di Montecarlo laddove il padre ha scritto pagine di storia. Nei giorni che avvicinano il week end monegasco nei confronti di Schumi jr arriva un monito importante: “Stai attento!”

Schumacher a Monaco: “Vietato andare a sbattere!”

Nella settimana che porta al Gran Premio di Monaco, il team principal della Haas, Guenther Steiner ha voluto mandare un messaggio diretto a Mick Schumacher ma anche al compagno di scuderia Nikita Mazepin: “Ai miei piloti dirò solo una cosa: state lontani dalle barriere della pista di Montecarlo, se vai a sbattere, anche solo leggermente, hai rovinato la tua sessione o addirittura la tua gara, sei fuori e non c’è margine di recupero dagli errori. Durante le prove non c’è nemmeno poi il tempo di riparare la monoposto”.

Il capo al muretto della Haas è conscio di non poter affidare ai suoi giovani piloti una monoposto all’altezza, visto che scuderia ha bloccato ogni sviluppo sulla macchina di quest’anno per concentrare risorse tecniche ed economiche su quella del prossima anno che sarà stravolta dai cambiamenti regolamentari. Da qui il suo consiglio a Schumi jr e Mazepin, esordienti a Monaco in F1 dopo gli anni della F2: “Il loro obiettivo deve essere quello di stare in pista il più possibile, acquisire esperienza in vista dei prossimi anni quando vogliamo tornare qui più competitivi”.

Mick Schumacher non vede l’ora di correre a Monaco

Sarà però difficile contenere l’entusiasmo di Schumi jr che riporta il nome di papà Michal sulle stradine di Monaco dove il Kaiser ha vinto per tre volte con la Ferrari e dove ha firmato la sua ultima pole position ai tempi della Mercedes prima del secondo e ultimo ritiro e quel maledetto incidente sulle nevi di Meribel. Mick non vede l’ora che arrivi il week end monegasco: “È un circuito storico e anche un tracciato impegnativo dove ogni pilota vorrebbe correre almeno almeno una volta nella sua carriera. L’ho provato in Formula 2, nel 2019 e l’ho adorato. Non vedo l’ora di girarci con una Formula 1”.

SPORTEVAI | 18-05-2021 14:25

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...