Virgilio Sport

F1, domani il verdetto sul caso budget cap per Red Bull e Ferrari

Domani la FIA si pronuncerà sulle eventuali sanzioni da comminare alla Red Bull per la violazione al Budget Cup. La Ferrari sarà spettatrice interessata.

Pubblicato:

Domani sarà il giorno del tanto atteso giudizio in cui la Federazione Internazionale dell’Automobile dovrà esprimersi sulla possibile violazione del budget cap messo in atto dalla Red Bull che fa riferimento alla scorsa stagione, quella del 2021.

Oltre alla scuderia di Spielberg, il verdetto è atteso con ansia anche dalla Ferrari: la sentenza servirà al Cavallino per capire come impostare la strategia per gli ultimi GP della stagione al fine di puntare al titolo costruttori, che manca a Maranello dal 2008

F1: cosa prevede il budget cap

Il budget cap è stato introdotto nel 2021 ed è stato concepito per garantire un campionato più equo tra i colossi come Ferrari, Red Bull, Mercedes ed altre e le scuderie di seconda fascia, che in linea di massima hanno come obiettivo concludere la gara, meglio se conquistando anche punti. Per il 2021 il limite era di 145 milioni di dollari, dai quali vengono escluse le attività di marketing; gli stipendi dei piloti e le loro spese di viaggio; gli stipendi dei tre membri più importanti del team. Il budget può crescere in base a numero di GP, di gare sprint e test previsti in stagione.

Vi sono due categorie di violazioni. Le minori comportano uno di questi provvedimenti: rimprovero pubblico, detrazione punti nella classifica Costruttori, detrazione punti nella classifica Piloti, sospensione per una o più gare, limitazioni sui test, riduzione Cost Cap. Le gravi, quelle rilevate dalla Red Bull, possono causare: detrazione punti dalla classifica Costruttori o Piloti, sospensione per una o più gare, esclusione dal campionato, limitazioni sui test o riduzione Cost Cap.

F1: cosa rischia la Red Bull violando il budget cap

La Red Bull, come detto, è sospettata di aver commesso un’infrazione grave che si verifica quando un team supera di oltre il 5% il limite stabilito, che nello specifico vorrebbe dire circa 5 milioni di dollari, il budget destinato per gli sviluppi tecnici di un’intera stagione. Le sanzioni sono pesanti ma possono essere molto variabili a discrezione della FIA. E’ comunque improbabile che venga tolto il titolo 2021 a Verstappen; si pensa ad una probabile limitazione delle spese per la prossima annata sportiva.

F1: la posizione della Ferrari sul Budget cap

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, si è espresso duramente sulla violazione attuata dalla Red Bull e contro coloro i quali credono che superare la spesa di cinque milioni possa essere considerato come una sanzione minore: “Noi per cercare di stare dentro al tetto abbiamo fatto uno sforzo incredibile già l’anno scorso, limitando l’organizzazione e gli sviluppi. Ci siamo presi del margine, sapevamo che non sarebbe stato banale rispettarlo. Sicuramente parlarne a ottobre della stagione dopo è un peccato, ha delle implicazioni sul campionato passato e sull’attuale. Aspettiamo mercoledì prima di porre dei giudizi. Ricordo che superare di 5 milioni il budget cap vuol dire migliorare le proprie prestazioni di mezzo secondo, ci aspettiamo una presa di posizione rapida ed equa per tutti da parte della FIA”.

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...