Virgilio Sport

Scandalo in Turchia, Icardi segna al 1’ e il Fenerbahce si ritira: Supercoppa al Galatasaray

Protesta da parte del club di Ali Y. Koç che abbandona il campo dopo soli tre minuti di gioco. I tifosi: "Abbiamo regalato la coppa agli avversari"

Pubblicato:

Ylenia Cucciniello

Ylenia Cucciniello

Football Specialist

Giovanissima e appassionatissima di tutto lo sport: scrive di calcio giocato ma non rinuncia allo sguardo sull'extra campo, dove spesso si trovano risposte che il rettangolo verde non riesce a restituire

Una situazione davvero surrale è avvenuta in Turchia durante la finale di Supercoppa tra Galatasaray e Fenerbahce. La squadra di Dzeko e Bonucci, ha deciso di protestare contro la Federcalcio turca in un modo davvero inusuale, ovvero scendendo in campo con la formazione U19 e abbandonando in campo al terzo minuto, esattamente dopo due giri di lancette dal gol segnato da Mauro Icardi in favore dei giallorossi. Nonostante non ci sia ancora una decisione ufficiale, molto probabilmente nei prossimi giorni verrà assegnato il 3-0 a tavolino per il Galatasaray.

La protesta del Fenerbahce: il motivo

Quanto avvenuto è chiaramente una forma di protesta contro la Federcalcio turca. Tutto risale allo scorso 17 marzo, in occasione della sfida contro il Trabzonspor, terminata 2-3 in favore del Fenerbahce. Dopo il triplice fischio, durante i festeggiamenti per questa importante vittoria, gli ultras del Trabzonspor hanno scatenato scene incredibili di violenza contro alcuni giocatori gialloblù. In seguito a questi eventi, il Fenerbahce ha dovuto fare i conti anche con le squalifiche di Irfan Can Egribayat e Jayden Oosterwolde per una giornata, in seguito alla loro reazione all’aggressione subita.

I motivi non sono legati solo agli incidenti di Trebisonda, ma anche perché il club di Ali Y. Koç nei giorni scorsi ha fatto appello per il rinvio della partita di Supercoppa contro il Galatasaray, in quanto ancora in corsa in Conference League, e per l’assegnazione di un arbitro straniero, non turco, al fine di garantire maggiore equità. Tuttavia, le richieste del Fenerbahce non sono state prese in considerazione dalla Federcalcio turca, il che ha portato alla reazione avvenuta durante la Supercoppa.

Il post del Fenerbahce su Instagram

In seguito alla protesta, il Fenerbahce ha spiegato i motivi tramite un comunicato ufficiale diffuso sulla propria pagina Instagram:

Non per vincere, ma per difendere ciò che è giusto. In questo giorno in cui scendiamo in campo, il messaggio che vogliamo sottolineare per riassumere il nostro atteggiamento è questo: “Al servizio dello sport turco con 117 anni di storia, non solo nel calcio ma anche in tutti i settori in cui siamo impegnati, un museo con migliaia di tracce di lavoro, con trofei, con 30 milioni di tifosi. È un grande onore rappresentare i valori nazionali che sentono nel loro stesso essere. Come club sportivo più grande del mondo, per stare in piegi oggi e in futuro, come abbiamo fatto ieri continueremo”.

La reazione dei tifosi del Fenerbahce

Quanto accaduto nella finale di Supercoppa turca non è stato condiviso da tutti i tifosi del Fenerbahce. Alcuni di loro hanno manifestato il loro malcontento direttamente sotto il post sui social, dichiarando che la squadra ha fatto solo un “regalo” al Galatasaray, sostenendo di dover comunque scendere in campo. Altri, invece, l’hanno definito addirittura un atto di disonore.

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...