,,
Virgilio Sport SPORT

GF Vip, Manila Nazzaro e Aldo Montano: lontani, ma vicini nel dolore

L'ex Miss Italia Manila Nazzaro ricorda la perdita, un anno fa, di sua figlia: il dolore e il senso di vuoto con il quale ha imparato a convivere

18-11-2021 17:48

Un anno non è abbastanza per chi, come Manila Nazzaro o Aldo Montano, ha capito di aver condiviso, distanti eppure capace di specchiarsi l’uno nel dolore dell’altro la perdita di un bambino non ancora nato. Manila aveva deciso di affrontare quel segno indelebile che lascia il lutto perinatale, in quanti hanno cercato e voluto un figlio, quando circa un anno fa decise di ripercorrere il dolore inaspettato affrontato con il suo compagno.

Manila Nazzaro ricorda il dolore per la perdita di sua figlia

All’indomani della considerazione del conduttore Alfonso Signorini, relativamente all’aborto e a quanto affermato dopo le considerazioni di Giucas Casella sulla gravidanza della sua cagnolina da cui si è dissociata la stessa Endemol, all’interno della casa del GF Vip due concorrenti, invece, hanno lasciato emergere quello che hanno accumulato, rispetto alla perdita di un figlio atteso e non nato.

Senza impartire alcuna lezione, appellarsi ad alcun dogma, semplicemente hanno condiviso un dolore vissuto da entrambi per sostenere chi porta le medesime cicatrici.

“Sono un po’ giù, sono giornate un po’ così, di pensieri e ricorrenze”, ha ricordato Manila. Aldo Montano, in camera, ha intuito e capisce quel dolore che la stessa Nazzaro aveva esplicitato con Katia Ricciarelli e Carmen Russo.

“Stamani è come se mi avessero bussato dicendomi ‘ti ricordi cosa è accaduto un anno fa?’. A distanza di un anno mi trovo qui, quando pensavo che sarei diventata madre”, ha voluto dire a Katia Ricciarelli.

Il dolore di Manila Nazzaro e Aldo Montano

Con Aldo, invece, Manila Nazzaro ripercorre gli interrogativi e i tormenti di quelle giornate e che vengono rinnovate ancora oggi, a distanza per la sua bambina:

“Mi ricordo questa settimana dove ci fu questa notizia terribile, anche per Lorenzo, pure lui non stava affatto bene. Lui giocò tutto il giorno alla play station, per distrarsi, come a dire ‘non voglio pensare a niente’. Io invece ero chiusa in un’altra stanza e tutti che mi dicevano ‘mi spiace, mi spiace’ e mi toccavano la pancia. Io non lo sentivo che non c’era, io sentivo che c’era”, ha confidato a Montano la Nazzaro.

Quando accadde, la sua ripartenza di vita con Lorenzo Amoruso era così radicata, solida, concreta che quella figlia non era che la conferma di quanto si era costruito insieme.

“Ero di oltre tre mesi. Era impossibile per me, non riuscivo a capire”, ha desiderato aggiungere Manila per sfogare l’indeterminatezza che accompagnò quei giorni e con la quale ha imparato a convivere.

Il tatuaggio di Aldo Montano e il legame con Antonella Mosetti

Un segno, per Manila e il suo compagno l’ex calciatore, che hanno desiderato rendere pubblico per sostenere quanti come loro hanno subito questa perdita. Un lutto silenzioso, spesso taciuto, che anche Aldo Montano ha conosciuto nel corso della sua esistenza quando perse i figli attesi da Antonella Mosetti, sua ex compagna e che ricorda con un tatuaggio.

Fu proprio Antonella, quando la loro relazione si chiuse e Montano non le dedicò forse le parole che si sarebbe aspettata dopo sette anni insieme, che sentì l’urgenza di aprirsi e di confidare di quelle due gravidanze interrotte.

“Ne abbiamo persi due. Il primo è stato un fulmine a ciel sereno. Il secondo, invece, un colpo al cuore. Eravamo alle Seychelles. Io non volevo andarci, ma per farlo felice decisi di partire. Tornati a Roma fui operata d’urgenza. Non c’era più nulla da fare. Se il dolore unisce? Nel nostro caso specifico sì. Avevamo una sensibilità molto simile. Ci bastava uno sguardo per capirci. Siamo stati malissimo”, aveva detto affidando a Chi, in un’intervista, la sua esperienza.

E la difficoltà di elaborare, per loro, quanto accaduto e incancellabile e che Aldo si porta ancora addosso e ha saputo trasmettere, nell’abbraccio sentito a Manila Nazzaro.

VIRGILIO SPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...