Virgilio Sport

Guerra Ucraina, la Haas prende posizione: Mazepin fuori dalla F1

Il giovane pilota russo paga con l’estromissione dal circus il conflitto avviato dalla sua nazione ai danni dell’Ucraina.

05-03-2022 11:14

Come molti avevano ipotizzato nei giorni scorsi, il Team Haas ha deciso di avviare un vero e proprio repulisti tagliando tutti i ponti che, in un modo o nell’altro, lo legavano alla Russia.

Mazepin, la decisione della Haas

In particolare, la Haas, sposando l’opposizione alla Russia che a più livelli sta interessando il mondo dello sport, ha scelto di licenziare Nikita Mazepin e d’interrompere la sponsorizzazione con Uralkali, azienda chimica di proprietà del padre del pilota.

“La Haas ha scelto di terminare con effetto immediato la collaborazione con Uralkali e il contratto con il pilota Nikita Mazepin. Così come il resto della comunità della Formula 1, il team è scioccato e rattristato dall’invasione dell’Ucraina e si augura una rapida e pacifica fine del conflitto” si legge nel comunicato diramato dalla scuderia statunitense.

Haas, i probabili sostituiti di Mazepin

La Haas, dunque, ora dovrà ufficialmente trovare e mettere sotto contratto un sostituto del pilota russo. In questo senso sono due i nomi forti circolati di recente: quello di Antonio Giovinazzi (l’anno scorso in Formula Uno con l’Alfa Romeo) e quello della prima riserva Pietro Fittipaldi.

Il favorito tra i due è senza dubbio quest’ultimo viste le parole inequivocabili spese sul suo conto nelle scorse ore dal Team Principal Günther Steiner.

“Se Nikita non potesse guidare, per una o l’altra ragione la prima scelta ricadrebbe su Pietro Fittipaldi. Pietro è sempre con noi per questo motivo negli ultimi anni avevamo bisogno di un pilota di riserva, specialmente durante la pandemia Covid-19. Lui è sempre a disposizione, conosce la squadra e la macchina. Non c’è nessuno meglio di Pietro sul quale puntare”.

F1, Kaspersky come Uralkali

Assieme ad un nuovo pilota, la Haas sarà costretta a cercarsi anche un nuovo title sponsor dato che, col licenziamento di Mazepin, il team ha rinunciato anche alla partnership con Uralkali.

A tal proposito, sarà interessante vedere se la decisione della Haas avrà delle ripercussioni e sarà imitata da quelle squadre che si trovano ad avere altri contratti in essere con aziende russe. È questo il caso, ad esempio, della Ferrari che potrebbe rivedere i termini della sua collaborazione con Kaspersky, azienda informatica russa specializzata in software che fornisce un importante supporto logistico alla scuderia.

Guerra Ucraina, la Haas prende posizione: Mazepin fuori dalla F1 Fonte: Getty Images

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...