,,
Virgilio Sport SPORT

Guidare una F1: dove si può fare e quanto costa

Ecco come coronare il sogno di una vita, salire su una monoposto di Formula 1

Quanto vi piacerebbe salire su una monoposto di Formula 1 emulando per qualche giro le gesta di Hamilton, Vettel e Leclerc? Un sogno che può diventare realtà. Ovviamente pagando. C’è una società che dà questa possibilità: guidare una macchina di F1 per un numero di giri direttamente proporzionale al budget a propria disposizione. Insomma un’idea regalo per i più facoltosi.

La Jordan di Fisichella e Sato in affitto

Non sarà come salire nell’abitacolo di una Ferrari o una Mercedes ma la Jordan EJ12 ha il suo fascino intatto. La monoposto del team di Eddie Jordan che ha partecipato al Mondiale di F1 del 2002 guidata da Giancarlo Fisichella e Takuma Sato viene affittata da una società inglese, la TrackDays, sul tracciato di Bovingdon, un circuito ricavato da un vecchio aeroporto dismesso della Royal Air Force (proprio come lo è quello di Silverstone.

Quanto costa guidare la Jordan F1

Il “regalo” è per tutte le tasche, si fa per dire. Il pacchetto base, come riporta Gazzetta.it, costa 999 sterline (circa 1.140 euro) e prevede la possibilità di effettuare 10 giri del circuito inglese; per i più danarosi la Jordan F1 Grand Prix Experience, consente di effettuare ben 30 tornate per un prezzo di 3.750 sterline (poco meno di 4.300 euro). Deposito cauzionale di 2500 sterline. Vincoli? Nessuno in particolare, a quanto pare, se non quello di avere la patente e di essere ovviamente maggiorenni.

La Jordan di Fisichella e Sato “modificata”

Come detto di tratta della EJ12 che ha preso parte al mondiale del 2002, nello specifico quella guidata dal giapponese Sato che arrivò come miglior risultato, quinto nella gara di casa a Suzuka. Mentre Fisico con la gemella riuscì a centrare il quinto posto in ben tre occasioni. All’epoca la Jordan era spinta da un motore Honda da 3.000 cc di cilindrata da 840 cavalli a 18.500 giri. Quella che è invece in affitto ha come propulsore un vecchio Judd da 3.0 litri, che eroga “solo” 600 cavalli a circa 10.500 giri. Quisquilie per chi vuole coronare il sogno di una vita.

Altri modi per guidare una F1

Facendo un giro in rete è possibile entrare in altri siti, anche in Italia, che mettono a disposizione la possibilità di provare l’ebrezza di mettersi alla guida di una F1. Ad esempio Puresport organizza eventi dove è possibile “regalarsi” un numero di giri con la F1 Prost del 2001 ex Alesi, o la Arrows ex Hill ’97 o la Benetton ex Fisichella, sui maggiori circuiti italiani (Mugello, Vallelunga), al costo base di circa 3500 euro (più giri si fanno, più aumenta il prezzo). Il pacchetto Formula 1 include anche 10 giri con una F3, il prezzo di accesso al circuito, l’assicurazione, l’assistenza medica ed il servizio sicurezza pista, oltre agli istruttori e all’eventuale abbigliamento tecnico. Al termine dell’esperienza si riceverà oltretutto un attestato.

SPORTEVAI | 20-02-2021 19:35

Guidare una F1: dove si può fare e quanto costa Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...