,,
Virgilio Sport SPORT

Inzaghi e il retroscena su Dzeko: "Lo stavo sostituendo..."

L'allenatore nerazzurro analizza la vittoria in rimonta contro la Fiorentina: "Sapevamo che loro non avrebbero tenuto i ritmi del primo tempo".

22-09-2021 00:04

L’Inter vince ancora e lo fa mettendo in mostra carattere e solidità mentale: contro la Fiorentina va sotto a causa della rete del primo tempo di Riccardo Sottil. Nella ripresa pareggia con Darmian, poi il vantaggio di Dzeko e il sigillo finale di Perisic.

Una prova che permette ai nerazzurri di balzare in vetta alla classifica, con una gara in più rispetto al Napoli di Luciano Spalletti che giocherà giovedì contro la Sampdoria.

Intervenuto ai microfoni di DAZN, Simone Inzaghi ha analizzato la sfida del ‘Franchi’: “Stiamo crescendo, ma possiamo ancora crescere: nel secondo tempo abbiamo fatto tre gol, potevano essere di più”.

Il gol di testa di Dzeko, ma anche una reazione che l’allenatore nerazzurro ha apprezzato: “Abbiamo degli ottimi colpitori di testa, poi abbiamo giocatori come Brozovic, Dimarco e Calhanoglu che sanno calciare bene. È stata una partita molto importante perché non è facile giocare su questo campo in questo momento, perché c’è entusiasmo. Andare sotto in un campo del genere non è semplice: abbiamo parlato all’intervallo con toni discreti e siamo entrati in campo come volevo”.

L’aneddoto è curioso: prima del gol dell’1-2 di Dzeko, Inzaghi stava per sostituire il bosniaco, evidentemente stanco.

“Dzeko stava per essere cambiato prima del goal. Ho la fortuna di avere una rosa molto competitiva. Ho Sanchez che è ritornato da 10 giorni e sta lavorando molto bene: a volte sono i momenti. Ho messo Perisic come punta e ha fatto goal. A volte dobbiamo seguire l’istinto”.

All’intervallo un confronto tra squadra e tecnico: poi la reazione e la rimonta, come racconta Inzaghi.

“All’intervallo ho detto che stavamo facendo troppi errori tecnicamente. Ho detto ai miei di continuare perché la Fiorentina non avrebbe potuto tenere quel ritormo probabilmente. Abbiamo fatto 3 goal e dopo l’espulsione di Gonzalez potevamo farne di più”.

Il primo posto in classifica rilancia le ambizioni Scudetto dell’Inter, che nel prossimo turno affronterà l’Atalanta.

“Scudetto? Dopo quello che è successo in estate dobbiamo continuare così. La società ha perso tre pezzi fondamentali che sono Lukaku, Hakimi ed Erisken, ma non ci siamo abbattuti. Quest’estate si parlava meno dell’Inter. Eravamo convinti del nostro lavoro più che della nostra forza. Noi dobbiamo lavorare giorno per giorno: sono passate 5 partite, è prestissimo. Il prossimo obiettivo è l’Atalanta. Io sono arrivato in un gruppo che aveva appena vinto lo Scudetto, ma qualcosa avevo vinto pure io. Ci siamo trovati. “.

OMNISPORT

Inzaghi e il retroscena su Dzeko: "Lo stavo sostituendo..." Fonte: Getty

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...