,,
Virgilio Sport SPORT

Juventus: aperta indagine sulla cessione di Cristiano Ronaldo

E' stato lo stesso club juventino a comunicare in una nota che è stata aperta un'indagine dalla Procura di Torino sui valori della cessione di CR7 al Manchester United.

03-12-2021 12:15

E’ stata aperta un’indagine dalla Procura di Torino nei confronti della Juventus sui valori della cessione di Cristiano Ronaldo al Manchester United della scorsa estate e a tal proposito è stata effettuata una perquisizione e relativo sequestro di materiale. Lo ha comunicato in una nota la stessa società bianconera, sulla quale piomba un’altra tegola nell’ambito del caos plusvalenze.

Juventus, il testo della nota sull’indagine sulla cessione di Cristiano Ronaldo

La Juventus nella nota fa sapere “di aver ricevuto in data odierna la notifica di un nuovo decreto di perquisizione e sequestro relativo alle indagini in corso da parte della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino nei confronti della Società nonché di alcuni suoi esponenti attuali (Andrea Agnelli, Pavel Nedved, Stefano Cerrato e Cesare Gabasio) e passati in merito ai fatti e alle ipotesi di reato di cui al comunicato stampa diffuso in data 27 novembre 2021 oltreché in merito alla voce ‘Cessioni definitive’ del bilancio al 30 giugno 2021 in relazione ai valori economici della cessione del calciatore Dos Santos Aveiro Cristiano Ronaldo”.

Juventus, la seconda parte della nota

La nota prosegue così: “Come già reso noto, Juventus sta collaborando con gli inquirenti e con la Consob e confida di chiarire ogni aspetto di interesse degli stessi, ritenendo di aver operato nel rispetto delle leggi e delle norme che disciplinano la redazione delle relazioni finanziarie, in conformità ai principi contabili e in linea con la prassi internazionale della football industry e le condizioni di mercato”.

Juventus: “Aumento di capitale e continuità aziendale sono a rischio”

Inoltre la Juventus fa sapere di aver ricevuto il nulla osta dalla Consob per la pubblicazione del supplemento al prospetto informativo sull’aumento di capitale, già pubblicato lo scorso 24 novembre. La decisione di pubblicarlo segue, dice il comunicato emesso oggi, la “notizia dell’esistenza di un’indagine da parte della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino, nei confronti della Società stessa nonché di alcuni suoi esponenti attuali (Andrea Agnelli, Pavel Nedved e Stefano Cerrato) e passati, in merito alla voce “Proventi da gestione diritti calciatori” iscritta nei bilanci al 30 giugno 2019, 2020 e 2021 per i reati di cui all’art. 2622 cod. civ. (False comunicazioni sociali delle società quotate) e all’art. 8 del D.Lgs. n. 74/2000 (Emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti) e, per quanto attiene alla Società, per l’illecito previsto dagli artt. 5 (Responsabilità dell’ente) e 25-ter (Reati societari) del D.Lgs. n. 231/2001”.

Il comunicato prosegue: “Nonostante la Società abbia adottato un modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D.Lgs. n. 231/2001 la Società è esposta al rischio di incorrere nelle sanzioni derivanti dall’inosservanza del D.Lgs. n. 231/2001. Qualora nei confronti degli esponenti aziendali dell’Emittente dovessero essere comminate sanzioni e/o condanne i requisiti previsti dalla normativa vigente per il mantenimento delle cariche e/o degli incarichi potrebbero venire meno e la reputazione dell’Emittente ne risentirebbe significativamente”.

OMNISPORT

Juventus: aperta indagine sulla cessione di Cristiano Ronaldo Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...