Virgilio Sport

Juventus, Chiellini crede ancora nello Scudetto e punge Paulo Dybala

Giorgio Chiellini dimostra di essere più sognatore rispetto ad Allegri, oltre a criticare velatamente Dybala sulla questione contratto.

Pubblicato:

Il capitano della Juventus Giorgio Chiellini è ormai prossimo al rientro. Fuori dal 13 febbraio per un problema al polpaccio, Chiellini non vede l’ora di rientrare e dare una mano ai propri compagni per questo bellissimo finale di stagione. Nella giornata di oggi, il difensore bianconero ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport in occasione dell’inaugurazione della Fondazione Ecoeridania Insuperabili. Punto focale dell’intervento la lotta Scudetto e il futuro di Paulo Dybala.

Chiellini punge Dybala: “Io e Messi abbiamo giocato senza contratto”

Partiamo dal principio, perchè può essere interessante. Il capitano bianconero, tra le varie dichiarazioni rilasciate quest’oggi, ha detto qualcosa anche sulla lotta Scudetto in Serie A. Molto realista come sempre, a differenza di Allegri il Chiello dimostra di saper sognare almeno un po’:

“Scudetto? Tutto può ancora succedere, se facessimo tante vittorie in fila potremmo crederci ma servono realismo ed equilibrio. Fino a pochi giorni fa non eravamo nemmeno quarti, intanto pensiamo al prossimo fondamentale match contro la Sampdoria e alla Champions League che resta un obiettivo importante. Passare il turno contro il Villarreal è vitale per tutti, per la nostra autostima, per i tifosi e per continuare in crescendo”.

Un punto anche sui nuovi acquisti e sul tipo di stagione che sta vivendo la Vecchia Signora fino a questo momento:

“La nostra stagione è iniziata a novembre. Prima c’è stato un periodo di ambientamento, poi abbiamo trovato continuità. Zakaria e Vlahovic hanno dato entusiamo, una nuova linfa per noi”.

Riguardo al rientro di Dybala, invece, Chiellini è molto più sibilino, ma tra le righe del suo discorso si può riconoscere una nota di biasimo per questa attenzione esagerata, da tutte le parti coinvolte, verso il suo contratto:

“Dybala? Oggi si è allenato, sta meglio e sta lavorando sodo per esserci col Villarreal. Questa è la cosa più importante. Io e Messi abbiamo fatto Europeo e Coppa America senza contratto, si può fare bene anche in queste situazioni. Nel calcio d’oggi bisogna conviverci. Speriamo porti bene, se segna Dybala mercoledì siamo tutti contenti”.

Juve, cosa c’è dietro il mancato incontro con Dybala? Lo spiega il procuratore D’amico

Si è fatto un gran parlare del mancato incontro di ieri tra l’entourage della Joya e la dirigenza bianconera. Uno slittamento da molti visto come un ultimatum, ma c’è qualcuno che non la vede proprio così. Stiamo parlando di Andrea D’Amico, noto agente sportivo che, ai microfoni di Tutti Convocati, parla così:

“Il rinvio dell’incontro con il procuratore di Dybala sta a significare una cosa: la Juve ha capito che per l’argentino al momento non esistono valide alternative, né sul mercato internazionale né tanto meno su quello italiano. Questo è il motivo per cui un appuntamento viene rimandato: se hai paura che qualcuno possa togliertelo dalle mani provi a chiudere quanto prima”.

Oggettivamente, in questo momento, non sono molte le squadre che possono offrire più di quanto offre la Juve (un triennale da sette milioni non è un’offesa, anzi). Tuttavia, a smentire il procuratore ci sono i recenti contatti con l’Inter e un’offerta, non ufficiale ma concreta, di 7,5 milioni per quattro anni da parte dei nerazzurri. Oltre a questa anche Atletico Madrid e Tottenham sembrano interessate.

Più verosimilmente, la Juventus sta compiendo le valutazioni definitive sull’affare Dybala, e aspetta di vedere come si comporterà in Champions League.

Dybala, una super prestazione in Champions per ribaltare la situazione

È Tuttosport in edicola oggi a sottolineare il fatto che quella contro il Villarreal potrebbe essere l’ultima partita europea di Dybala con la Juventus. Sembrano lontanissimi i tempi della Joya dominatore al Camp Nou contro il Barcellona, ma la Champions potrebbe venire ancora una volta in aiuto all’argentino. 

Difficile che dirigenti navigati come Arrivabene e Cherubini si facciano ammaliare da una singola prestazione, ma una gara da fuoriclasse di Dybala contro il Submarino Amarillo a Torino potrebbe far pendere l’ago della bilancia verso un incontro comune che, al momento, appare molto lontano. 

Riprendendo le parole di Chiellini, infatti, si può giocare bene anche avendo il contratto in scadenza o non avendolo proprio. Questo fanno i grandi giocatori, i campioni, e all’alba dei 29 anni l’argentino deve ancora dimostrare qualcosa in merito. Il discorso di Chiellini, condivisibile da molti, è questo: se deve essere addio, che sia un grande finale, senza preoccuparsi costantemente del proprio contratto.

Tags:

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...