Virgilio Sport

Juventus-Fiorentina 1-0, le pagelle: Rabiot è l'uomo della provvidenza, Vlahovic da ritrovare

La Juventus conquista i tre punti battendo la Fiorentina grazie alla rete segnata da Rabiot. Vlahovic e Chiesa ancora non riescono a incidere. Fiorentina, sempre incompiuta

12-02-2023 20:00

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Belli decisamente no e sicuramente anche con tanta sofferenza. Ma la Juventus si prende e con gusto i tre punti contro la Fiorentina. Non è stata una gara semplice quella giocata dalla squadra di Massimiliano Allegri che ha più occasioni per trovare il vantaggio prima della rete di Rabiot. La formazione viola gioca bene ma si scontra contro una difesa bianconera che non lascia spazi. La Juventus soffre un po’ troppo nella ripresa, fallisce un paio di occasioni per chiuderla e si espone ai tentativi un po’ disperati degli avversari. Ma tre punti valgono comunque tanto e in questo momento per la Vecchia Signora forse valgono anche doppio.

Juventus-Fiorentina: il commento della gara

La prima grande occasione è della Juventus con Vlahovic e Di Maria che sfruttano un errore della difesa viola ma dalla sinistra il colpo di Kostic non è preciso e la Fiorentina si salva. I bianconeri lasciano il palleggio agli avversari e provano ad agire di rimessa approfittando degli spazi che i viola concedono. La squadra di Italiano ha buone trame che però si fermano sempre sulla trequarti. La seconda palla gol è ancora di Kostic dopo un’azione rocambolesca ma il suo mancino trova pronto Terracciano. I bianconeri però sbloccano la gara al minuto 34 quando sul colpo di testa di Rabiot, Terracciano riesce a respingere ma la palla ha già oltrepassato la linea.

Nel secondo tempo la Fiorentina prova subito a spingere, la squadra di Italiano crea tanto e arriva più volte a ridosso della porta avversaria ma non riesce mai a dare la sensazione di poter essere veramente pericolosa. Al 59′ la Juventus trova il gol del raddoppio sull’imbucata di Kostic per Vlahovic ma il controllo al Var annulla la rete del giocatore serbo. Il neo entrato Kean ha subito la palla giusta ma trova Terracciano sulla sua strada. La Fiorentina ci prova ancora e il gol arriva con la conclusione di Castrovilli ma Fabbri annulla con on-field review.

Juventus-Fiorentina: le pagelle dei bianconeri

  • Szczesny 6: gara senza grandi difficoltà per il portiere polacco, la Fiorentina non riesce mai a rendersi veramente pericolosa.
  • Danilo 6.5: prova di grande solidità quella del difensore brasiliano che conferma di essere in grande condizioni. La Fiorentina attacca ma sbatte contro un muro.
  • Bremer 6.5: in questa prima parte di stagione le critiche sono arrivate ma il brasiliano ha dimostrato in più occasione di poter essere un difensore di altissimo livello.
  • Alex Sandro 5.5: dei tre della linea difensiva bianconero è senza dubbio quello in maggiore difficoltà contro la velocità e l’agilità degli attaccanti della Fiorentina.
  • De Sciglio 6: spesso criticato anche ingiustamente dai suoi tifosi, Allegri lo manda in campo per dare equilibrio soprattutto in fase difensiva e lui lo fa egregiamente.
  • Locatelli 6.5: mette in campo una voglia e una determinazione che in passato non sempre ha fatto vedere. E’ uno dei migliori della formazione bianconera e una risorsa in più in questa seconda parte di stagione.
  • Rabiot 6.5: non la migliore prestazione da parte del centrocampista francese che forse non è neanche al meglio dal punto di vista fisico. Il suo gol vale tantissimo.
  • Kostic 6: il serbo è un motorino instacabile, si fa sempre trovare al posto giusto sulle illuminazione di Di Maria. Nel primo tempo però manca due occasioni da gol importanti.
  • Di Maria 6.5: ancora una grande prova del giocatore argentino, forse manca la continuità all’interno del match ma quando il Fideo si accende per gli avversari sono sempre guai. Al 76′ Fagioli sv
  • Chiesa 6: grande voglia di tornare a incidere ma non sempre grande lucidità negli ultimi 16 metri. Ma sta ritrovando la giusta condizione. Dall’82’ Paredes sv
  • Vlahovic 6: la forma migliore deve ancora arrivare, il gol del 2-0 (poi eliminato dal Var) fa vedere perché il serbo è mancato così tanto in questa stagione. Dal 65′ Kean 5.5: fallisce un paio di occasioni per chiudere la gara.
  • Allegri (all.) 6: una Juve che si prende quello che gli avversari concedono. Arrivano tre punti per i bianconeri ma il gioco ancora latita.

La gara Juventus-Fiorentina minuto per minuto

Juventus-Fiorentina: le pagelle dei viola

  • Terracciano 6.5: la difesa balla in più di una circostanza ma lui si fa sempre trovare pronto e salva più di un’occasione pericolosa.
  • Dodò 5.5: bravo in fase di impostazione e a rilanciare l’azione viola sulle seconde palle, ma in difesa spesso compie errori davvero grossolani. Dall’80’ Terzi sv
  • Milenkovic 6: non è una gara semplice per il centrale della Fiorentina che se la deve vedere con un brutto cliente come Vlahovic.
  • Ranieri 5.5: comincia la gara con grande veemenza, forse anche troppa. Ma con il passare dei minuti sembra andare in difficoltà contro la velocità delle ripartenze bianconere.
  • Biraghi 6: è il giocatore di esperienza di Italiano ma anche lui si fa prendere dal nervosismo soprattutto nel primo tempo quando va a muso duro con l’ex compagno di squadra Vlahovic.
  • Bonaventura 6: funge da raccordo tra i reparti della squadra di Italiano e mette a disposizione tutta la sua intelligenza calcistica ma non sempre i risultati si vedono. Dall’80’ Saponara sv
  • Amrabat 6.5: anche contro la Juventus dimostra perché il Barcellona ci ha provato così tanto per lui, fondamentale in tutte e due le fasi, vive un momento magico dal punto di vista della forma.
  • Duncan 6: ha il difficile compito di dover fare da barriera davanti alla difesa ma anche di riproporsi in zone offensiva, non sempre lavora con lucidità. Dal 61′ Castrovilli 6.5: gran gol del centrocampista ma il Var annulla tutto.
  • Ikonè 5.5: tanto movimento, qualche buon dribbling e delle intuizioni ma al momento della conclusione è spesso confuso e impreciso. Dal 65′ Jovic 5.5: prova a portare un po’ di scompiglio ma senza grandi risultati.
  • Kouame 5.5: fa fatica nel ruolo di attaccante centrale, prova a svariare per trovare la sua posizione in mezzo al campo ma non riesce a far breccia.
  • Gonzalez 6: dovrebbe essere l’ispiratore della fase offensiva della formazione viola, ci prova e qualche buona giocata arriva anche. Ma sono poche e non riescono a dare la scossa al match. Dall’80’ Cabral sv
  • Italiano (all.) 5.5: gli applausi li riceve sempre, ora servirebbe anche qualche punto in classifica. Una squadra ottima fino ai 16 metri avversari poi più il nulla.

Juventus-Fiorentina: la pagella dell’arbitro

Michael Fabbri: non è una gara semplice da arbitrare e lo si capisce prima che il cronometro segni il primo minuto. Il fischietto della sezione di Ravenna prova a tenere gli animi tranquilli anche senza usare i cartellini gialli. Nel secondo tempo non estrae il secondo cartellino giallo per Bonaventura dopo un intervento piuttosto netto. Giudica perfettamente in occasione del gol annullato alla Fiorentina. Voto 6.

Serie A, classifica e prossimi impegni della Juventus

Archiviato l’impegno con la Fiorentina, la Juventus si lancia con tutte le sue energie sull’Europa League. Una sfida inedita per la squadra di Massimiliano Allegri, che dopo i 15 punti di penalizzazione, punta a fare bene in Europa per provare a dare una scintilla ad una stagione fino a questo momento decisamente complicata e caotica. Il 16 febbraio si scende in campo contro il Nantes per la gara d’andata dei sedicesimi, poi si torna in campionato con la trasferta con lo Spezia ed ancora il ritorno dei sedicesimi a Nantes il prossimo 23 febbraio.

Tutti gli impegni della Juventus in Italia e in Europa

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...