Virgilio Sport

Juventus, il centrocampo è da rifare ma gli esuberi chiedono spazio

La Juventus è in piena rifondazione e cerca elementi adatti al proprio centrocampo. In questi giorni poi riecheggiano le parole di Rabiot e Ramsey.

Pubblicato:

La pausa per le nazionali ha una doppia faccia per i club: se da una parte è fonte di patemi per l’incolumità fisica dei giocatori, dall’altra permette alle dirigenze di programmare le prossime mosse di mercato. In casa Juventus, nello specifico, c’è molto da programmare. Il centrocampo, vero punto debole delle ultime stagioni della Vecchia Signora, è quasi interamente da rifare, ma coi pochissimi soldi a disposizione il lavoro di Cherubini si fa più difficoltoso che mai. Tanti sono i nomi che negli ultimi giorni stanno riempiendo le pagine dei quotidiani sportivi, e allo stesso tempo si registrano le dichiarazioni di due grandi esuberi della rosa bianconera.

Juventus, le dichiarazioni di Adrien Rabiot e Aaron Ramsey

Rabiot e Ramsey sono due di quelli di cui la Juve vorrebbe tanto liberarsi. Sia per le prestazioni spesso scadenti sul campo sia per gli ingaggi mostruosi (entrambi guadagnano 7,5 milioni di euro a stagione). Arrivati a parametro zero un paio di stagioni fa grazie al lavoro di Fabio Paratici, il francese e il gallese non hanno mai ripagato sul campo i dividendi del loro investimento. Spesso criticati dalla tifoseria, nessuno si strapperebbe i capelli in caso di una loro partenza. E qui sorge il problema.

Adrien Rabiot, direttamente dal ritiro della nazionale francese, si è praticamente tolto dal mercato con poche, semplici parole: “Sei felice a Torino?”. “Sì”. “Vedi ancora la Juve nel tuo futuro?”. “Certo!”. Poche frasi, ma che sono bastate ad aprire un caso e rendere ancora più nebuloso il suo futuro.

Ad un giorno di distanza a gettare benzina sul fuoco ci ha pensato Ramsey, anch’esso poco più di un oggetto misterioso in casa Juventus, che sempre dal ritiro della propria nazionale chiede a gran voce più spazio in campo, soprattutto con la casacca bianconera:

“Voglio giocare di più. Non mi interessa quello che scrivono o dicono di me. Io so quanto sia importante giocare, con il Galles e con la Juventus. Voglio soltanto farlo il più possibile. Mi sento ancora nelle condizioni di poter offrire grandi prestazioni e spero di riuscirci ancora per tanto tempo. Questo è il mio unico pensiero quando scendo in campo”.

Juventus, Zakaria il preferito per gennaio

In questi giorni Tuttosport, quotidiano sportivo torinese, ha fatto la lista degli investimenti a cui sta pensando la Juventus. Il primo della lista, il preferito di Cherubini, è il centrocampista 24enne del Borussia Moenchengladbach Denis Zakaria, uno dei migliori in campo nello sfortunato match degli azzurri contro la Svizzera. Il mediano ex Young Boys non rinnoverà con il club tedesco il suo contratto in scadenza questa estate. C’è la concorrenza della Roma da battere, tuttavia la Juve sembrerebbe in vantaggio.

Questo mette in luce come, secondo i più, sotto la Mole non abbiano una strategia ben definita. La mancanza di soldi rende indispensabile sapersi ingegnare, ma l’acquisto dello svizzero non risolverebbe neanche lontanamente il vero problema della Juventus, ovvero l’assenza di un metronomo in mezzo al campo. Sciagurato fu lo scambio Pjanic-Arthur, che ha privato la Juventus di un direttore d’orchestra all’altezza della situazione. Il brasiliano è costantemente ai box, e nella rosa bianconera nessun altro è in grado di ricorprire il ruolo di regista. Non che Allegri non ci abbia provato. Locatelli non è adatto, con Bentancur ci si è provato ma con scarsi risultati, del tentativo allegriano di schierare Ramsey li in mezzo non parliamone neanche.

Juventus, gli altri nomi per la mediana

A prescindere da tutto, un investimento a centrocampo andrà fatto sicuramente nel corso del mercato di riparazione di gennaio. Sempre Tuttosport prova a elencare altri nomi che potrebbero interessare la Juventus anche in base alla disponibilità economica del club bianconero. Allo stato attuale delle cose, il vero piano B è rappresentato dal sempre presente Axel Witsel, da sempre uno dei preferiti di Massimiliano Allegri. In forza al Borussia Dortmund, il suo nome ricorre in ogni sessione di mercato bianconero.

Oppure si potrebbe percorrere la strada delle alternative giovani e futuribili. In questo caso, attenzione al 21enne dell’Olympique Marsiglia e della nazionale francese Under 21 Boubacar Kamara, ma anche Kouadio Koné, 20 anni del Borussia Monchengladbach, e Jens Cajuste 22 anni del Midtjylland.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...