,,
Virgilio Sport SPORT

Juventus-Inter delle polemiche, il retroscena di Chiellini

Al termine della gara vinta 3-2 contro i neo-campioni d'Italia, con tanti episodi discussi, il capitano della Juventus ha svelato il perché della scelta di non tributare il 'pasillo' agli avversari: "A noi non è mai stato fatto, abbiamo preferito fare loro i complimenti in privato".

Quando si incontrano Juventus e Inter è vietato pensare ad un match banale. Anche se si gioca la penultima giornata e lo scudetto è già stato assegnato, passando peraltro proprio dalle maglie dei bianconeri a quelle dei nerazzurri.

Così la sfida dell’Allianz Stadium ha regalato colpi di scena e le immancabili polemiche arbitrali fino all’ultimo secondo.

Tre rigori dubbi e due espulsioni hanno fatto da corollario al 3-2 finale, terza sconfitta stagionale dell’Inter in campionato, la prima del 2021, e vittoria della speranza per gli ex campioni d’Italia alla disperata caccia di un posto nella prossima Champions League.

Eppure nel post-partita il tema di maggior discussione non ha riguardato gli episodi dubbi legati alla direzione di Calvarese, bensì la scelta della Juventus di non tributare gli avversari attraverso il “pasillo”, ovvero il corridoio d’onore, usanza spagnola per la squadra campione nazionale e rinverdita in Italia dalla Sampdoria nell’ultima giornata per volontà di Claudio Ranieri.

Tanto l’allenatore Andrea Pirlo quanto il capitano Giorgio Chiellini hanno preso la parola sull’argomento con durezza:

“Non c’è stata alcuna decisione politica – ha detto Pirlo visibilmente infastidito ai microfoni di ‘Sky Sport’ – A noi in nove anni non è mai stato fatto, la Samp l’ha fatto una settimana dopo lo Scudetto, credo sia abbastanza. La società ha fatto i complimenti all’Inter, il presidente Agnelli in primis”.

“Non c’è un obbligo, non c’è stato nemmeno in questi nove anni in cui la Juventus ha sempre vinto. La società non ha pensato di doverlo fare e io neppure”.

Più articolata l’analisi di Chiellini, che ha rivelato cosa è successo prima della partita: “Ci tengo a dire ciò che non si è visto. I complimenti ai giocatori dell’Inter li abbiamo fatti uno per uno negli spogliatoi perché se lo meritano. Il pasillo? È un discorso che abbiamo affrontato, alla fine abbiamo deciso di fare i complimenti agli avversari privatamente. Il resto ci sembrava un po’ esagerato, anche perché negli altri anni non è stato fatto nemmeno a noi. Complimentarsi era giusto e secondo me l’abbiamo fatto anche nel modo più corretto, senza farlo vedere troppo agli altri”.

Poco prima, sempre ai microfoni di ‘Sky Sport’, l’argomento degli episodi arbitrali era stato affrontato con polemica dal vice allenatore dell’Inter, ed ex secondo di Conte alla Juve Christian Stellini: “Siamo venuti qui per dimostrare che siamo la squadra più forte e penso ci siamo riusciti. Gli episodi sono talmente evidenti e lampanti che non vanno neppure commentati”.

OMNISPORT | 15-05-2021 23:47

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...