,,
Virgilio Sport

La Juventus fa la storia in negativo, Allegri non si dà pace

I bianconeri perdono 2-1 in Champions League ma sono in Europa League. Allegri contento della prestazione e per il rientro di Chiesa, ora vuole voltare pagina e tornare a correre in Serie A.

02-11-2022 23:53

La Juventus perde contro il PSG col punteggio di 2-1 nell’ultima giornata della fase a gironi della UEFA Champions League 2022/2023. In gol Mbappe e Nuno Mendes per i parigini, del capitano Leo Bonucci, al ritorno al gol dopo sei anni in Champions, la rete del momentaneo 1-1 verso la fine del primo tempo.

Allegri si mostra comunque contento per l’accesso in Europa League, nonostante abbia perso ben cinque partite sulle sei disputate in questa Champions. Allo stesso tempo, i bianconeri possono sorridere, se non altro, per il ritorno in campo di Federico Chiesa a 10 mesi dall’infortunio, con un abbraccio con Mbappe che è già diventato virale.

Allegri soddisfatto ma deluso: “Bene la partita, peccato per il risultato”

La Juventus ha incassato almeno una rete in ogni singolo match di una fase a girone di UEFA Champions League solamente per la seconda volta, la prima dal 2013-’14, ma che soprattutto si rende protagonista della peggior prestazione di un’italiana nella storia dei gironi di Champions: cinque sconfitte in sei partite come la Roma 2004-’05.

“Ho messo in campo giocatori buoni, anche se con poca esperienza internazionale – l’analisi di Max Allegri nel post partita – Abbiamo fatto una discreta partita, spiace per il risultato. Siamo in Europa League, da domani giriamo pagina per la Serie A, serve essere arrabbiati e ricominciare immediatamente lavoro e cammino. Da una parte possiamo essere soddisfatti per avere raggiunto l’Europa League, dall’altra arrabbiati perché non può passare questa eliminazione”.

Buona notizia sicuramente il ritorno in campo di Chiesa, giocatore che per stessa ammissione di Allegri ha davvero tanta voglia:

“Ieri si è allenato bene, c’erano dubbi sull’aspetto psicologico, ovvio dopo 10 mesi. Lo attendeva una gara importante, ma l’ho visto calmo e tranquillo e mi è presa l’ispirazione per convocarlo almeno per la panchina. Abile da qui alla sosta? Assolutamente, oggi ha fatto i suoi minuti dando buoni strappi. Ha tanta voglia, va gestito fino al Mondiale, ci prendiamo tempo per averlo nelle migliori condizioni a gennaio”.

Questo momento deve servire ai bianconeri per voltare pagina. La Juve ha avuto molti problemi di infortuni, ma questo non scoraggia Allegri:

“Abbiamo avuto problematiche con gli infortuni, alcuni muscolari ma altri no, e non ci potevamo fare niente. Domenica sera abbiamo una partita difficile, contro la squadra più forte in Italia (l’Inter, ndr). Sicuramente sarà importante e delicata”.

Chiesa in campo dopo quasi un anno: bell’abbraccio con Mbappé

Federico Chiesa ha fatto il suo rientro in un match ufficiale 297 giorni dopo la sua ultima partita giocata (9 gennaio 2022 vs la Roma). Già questa sarebbe una cosa che potrebbe rendere parzialmente contenti i tifosi bianconeri, nonostante la sconfitta.

Buttato in campo da Allegri a metà ripresa, l’italiano classe 1997 si è mostrato molto attivo, con una voglia indemoniata e stabile anche fisicamente. Piazzato sulla sinistra, Chiesa è stato protagonista di alcuni ottimi scatti e di iniziative personali che sono mancate tantissimo ai bianconeri.

È inoltre già diventato virale l’abbraccio tra Chiesa e Kylian Mbappe, autore del gol dell’1-0 e ora il giocatore più giovane ad aver raggiunto quota 40 gol nella storia della UEFA Champions League, superando Lionel Messi (24 anni e 4 mesi nel novembre 2011). I due si sono abbracciati al termine della partita, in un bellissimo momento di sport e di supporto umano per un ragazzo (Chiesa, ndr) che in questo 2022 ne ha passate davvero tantissime.

Anche la stessa Juventus celebra il ritorno in campo di Chiesa con un bellissimo tweet, nel quale si vedono le foto della serata europea del giocatore con la caption: “Abbiamo atteso 297 giorni per questo momento”.

Juventus in Europa League dopo cinque sconfitte

A marzo, quando torneranno le coppe europee, la Juventus giocherà l’Europa League, la seconda manifestazione continentale per club per importanza. Questo dopo aver perso ben cinque partite su sei del girone, e in questo modo i bianconeri realizzano ben due record negativi allo stesso tempo.

Prima di tutto, i bianconeri non avevano mai subito cinque sconfitte in un girone di una qualsiasi competizione europea. Inoltre, terminano la fase con appena tre punti, mai così male nella loro storia.

Con appena nove gol fatti e appena 13 subiti, l’unico successo della Vecchia Signora in questa stagione di Champions è stato il 3-1 all’Allianz contro il Maccabi Haifa il 5 ottobre.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...