,,
Virgilio Sport SPORT

Juventus, Pirlo resta in bilico: tre grandi ex pronti a sostituirlo

Il quarto posto e le due Coppe vinte potrebbero non bastare al tecnico bresciano per la conferma: risalgono le quotazioni di Zinedine Zidane, Allegri resta in attesa e Gasperini sogna...

La stagione della Juventus si è conclusa con un sorriso, quello sfoderato da Andrea Pirlo al termine della partita vinta contro il Bologna, ma soprattutto dopo quanto successo pochi secondi dopo il fischio finale dell’arbitro Valeri, quando è arrivata la notizia del pareggio del Napoli contro il Verona che ha permesso ai bianconeri di qualificarsi alla Champions League per il decimo anno consecutivo.

Il traguardo minimo in campionato, che si somma però alle due Coppe vinte dalla Juventus, la Supercoppa Italiana contro il Napoli e la Coppa Italia contro l’Atalanta, entrambe a Reggio Emilia.

Eppure, tutto questo potrebbe non bastare a Andrea Pirlo per essere confermato sulla panchina degli ex campioni d’Italia, nonostante il contratto in essere fino al giugno 2022.

Dato per spacciato dopo il tracollo contro il Milan, infatti, il tecnico bresciano è riuscito a raddrizzare la barca anche grazie a scelte nette (Kulusevski titolare e soprattutto Cristiano Ronaldo in panchina nell’ultima giornata), eppure la dirigenza sta riflettendo se proseguire lungo la strada del rinnovamento e ringiovanimento oppure tornare ad affidarsi ad un allenatore top di livello europeo e con molta esperienza.

In attesa che Cristiano Ronaldo ufficializzi la propria decisione se restare o meno, la società dovrà decidere in pochi giorni il destino di Pirlo, che potrebbe essere legato a doppio filo con quello dei dirigenti in scadenza, su tutti Fabio Paratici. Qualora il campione del mondo 2006 venisse esonerato, sembra certo che al suo posto verrà scelto un grande ex della storia juventina.

I candidati sono tre. Su tutti Max Allegri, che dopo aver rifiutato il Napoli rimasto senza Champions League è in attesa di novità dal Real Madrid. I destini dei Blancos sono destinati ad intrecciarsi con quelli della Juventus, perché se è ormai certa l’addio di Zinedine Zidane, Florentino Perez non ha ancora scelto se puntare su Allegri o sulla bandiera Raul, tecnico del Real Castilla.

A propria volta Zizou è lo sfidante principale di Allegri per la Juventus. Riportare a Torino l’ex fantasista 19 anni dopo l’addio rappresenterebbe un gran colpo anche mediatico per la Juventus anche in chiave internazionale, pensando alle tre Champions vinte da Zidane con il Real, ma l’allenatore franco-algerino è dubbioso e, oltre a valutare come prima scelta la possibilità di diventare il ct della Francia al posto di Didier Deschamps, prima di dire sì alla Juventus chiede certezze sui programmi del club.

Ultimo ex sulla lista di Andrea Agnelli, Gian Piero Gasperini. L’allenatore dell’Atalanta, che nella Juventus ha militato da giocatore per poi iniziare la carriera da tecnico nel settore giovanile, sta benissimo a Bergamo, ma vacillerebbe di fronte alla chiamata dei bianconeri, vista come un possibile coronamento della carriera.

OMNISPORT | 25-05-2021 14:52

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...