Virgilio Sport

Juventus-Verona, Allegri torna sullo sfogo col Milan, parla di Scudetto e dà le ultime su Chiesa e Vlahovic

Allegri non si fida del Verona, ma soprattutto vuol capire se può fidarsi della sua Juve: il tecnico si aspetta una prova di maturità dai suoi dopo la vittoria sul Milan.

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

Adesso è più sereno. Dopo il clamoroso show negli ultimi minuti a San Siro, quando ha improvvisato uno spogliarello togliendosi giacca e cravatta e prendendo entrambe a calci, spazientito dall’atteggiamento della sua Juventus contro il Milan, Massimiliano Allegri ha recuperato aplomb e nervi saldi. Anche se la sfida col Verona gli crea preoccupazioni. La Juve potrebbe tornare, almeno per una notte, da sola in vetta alla classifica. Ma il tecnico non si fida.

Juve, Allegri non si fida del Verona

Per l’allenatore della Vecchia Signora quella con gli scaligeri è la classica partita trappola:

Sfida che riserva molte insidie, il Verona era partito bene, ha grande forza fisica. Per dar valore alla vittoria di Milano bisogna fare risultato pieno, altrimenti rischiamo di buttare tutto a mare. La testa della classifica? Nessuno vuol scacciare la parola Scudetto, però bisogna essere realisti. Lavoriamo quotidianamente perché la Juve abbia un futuro, crescendo tutti insieme a livello tecnico e mentale. L’obiettivo è sempre quello di entrare tra le prime quattro.

Juventus-Verona, i dubbi di formazione

Quindi sulla formazione: potrebbe esserci spazio in partita per Chiesa e Vlahovic, ma tutti i dubbi saranno sciolti dopo la rifinitura di domattina.

Chiesa è rientrato dopo tre settimane di non allenamento e ha fatto un buon lavoro, Vlahovic era già un po’ più avanti. Non ho ancora deciso chi schierare, sono sincero. In una partita del genere, che si annuncia fisica, McKennie potrebbe essere molto utile. A sinistra ho un dubbio: Cambiaso-Kostic. Ma pure Illing sta meglio.

Allegri torna sul clamoroso show col Milan

Nella fase di crescita anche mentale della Juve rientrano l’atteggiamento da tenere in campo e anche quello…del tecnico, che torna sullo sfogo di San Siro:

Anche col Sassuolo potevamo ritrovarci primi, stavolta è diverso perché ci sarà l’aiuto del pubblico. Dovremo metterci alla pari del Verona, serviranno ordine, compattezza e pazienza. San Siro? Ho rivisto le immagini insieme alla squadra. Domenica col Milan non è stata una partita eccelsa dal punto di vista tecnico, ma era un big match. Non abbiamo concesso molto, potevamo fare più gol. Adesso però si resetta. Le grandi partite si preparano da sole, questo col Verona è un altro step da fare. Mettersi al pari delle avversarie significa rispettare tutti, i campionati si vincono e si perdono con le piccole.

Nel fine settimana è in programma un super weekend di partitissime, ecco tutto il programma.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...